fbpx
Joshua-vs-Povetkin-il-resoconto

Joshua vs Povetkin: il resoconto

Terminata da poche ore la riunione al Wembley Stadium di Londra, teatro della sfida tra i pesi massimi Anthony Joshua (22-0, 21 ko) e Alexander Povetkin (34-2, 24 ko).

Qui di seguito il resoconto degli incontri principali:

Male per David Price (22-6, 18 ko) costretto a ritirarsi sul finire del quarto round a causa di un infortunio al bicipite destro, il che gli ha probabilmente risparmiato una punizione che stava pian piano materializzandosi a partire dalla seconda ripresa, il russo Sergey Kuzmin (13-0, 10 ko) stava iniziando ad imporsi con le sue serie di colpi e questo non prometteva niente di buono per il pugile di Liverpool che già a partire dal terzo round sembrava essere entrato in modalità sopravvivenza, probabilmente è arrivato il momento per lui di appendere i guantoni al chiodo.

Nei pesi cruiser il 25enne Lawrence Okolie (10-0, 7 ko) superava ai punti il connazionale Matty Askin (23-4-1, 15 ko) e vinceva il titolo BBBofC British dopo un match tuttavia poco entusiasmante e piuttosto confusionario, pieno di clinch e trattenute, colpi poco precisi e talvolta troppo bassi, e anche qualche scivolata.

Al termine di 12 noiose riprese il verdetto a favore di Okolie era unanime e con i seguenti punteggi: 116-110; 114-112; 114-113.

Il match precedente al main event vedeva Luke Campbell (19-2, 15 ko) e il francese Yvan Mendy (40–51, 19 ko) affrontarsi in una eliminatoria al titolo WBC dei pesi leggeri, attualmente detenuto da Mikey Garcia.

Quello che ne è uscito fuori è stato un confronto abbastanza stereotipato tra il picchiatore che cerca di accorciare la distanza (Mendy) e il tecnico che cerca di boxare tenendosi fuori dalla portata dell’avversario (Campbell).

E’ stata dura per Campbell, il francese non ha mai mollato un attimo e la minaccia dei suoi colpi pesanti è stata una costante durata dalla prima fino all’ultima ripresa, ma alla fine la performance tecnica del pugile di casa è stata premiata dai giudici per decisione unanime con i seguenti cartellini: 119-109; 118-111; 116-112;

Questa vittoria promuove Campbell come sfidante ufficiale di Mikey Garcia, attuale campione WBC e IBF, che però ha dichiarato di essere interessato ad affrontare Errol Spence nei pesi welter, il WBC concederà altro tempo al californiano di tenere il titolo pur evitando di affrontare momentaneamente Campbell? O cercherà di stringere i tempi e questo porterà Garcia a lasciare la cintura?

Veniamo finalmente al main event, dopo il fallimento delle trattative con Deontay Wilder, la Matchroom Boxing ha raggiunto un accordo col russo Alexander Povetkin, decisione condizionata anche dalle pressioni che la WBA stava esercitando su Joshua e il suo team, questo fa sperare che il match tra Joshua e Wilder sia semplicemente rimandato.

Al termine del primo round si capiva che il russo non era salito sul ring per fare da comparsa, Joshua finiva il round col naso sanguinante e sul finire della ripresa è sembrato traballare dopo un gancio sinistro di Povetkin, il campione ha avuto qualche difficoltà con l’overhand right del russo, colpo che è andato a segno in maniera limpida nella seconda e nella terza ripresa.

La situazione è iniziata a migliorare a partire dal quarto round, quando Povetkin sembrava infastidito da una ferita all’occhio sinistro e rallentava il ritmo, permettendo a Joshua di venire fuori.

Il match si concludeva al settimo round per ko tecnico, dopo un diretto destro a segno Povetkin barcollava vistosamente per poi finire a terra dopo un secondo diretto destro, qualche attimo dopo l’arbitro decretava la fine dell’incontro in quanto Povetkin non era in grado di continuare.

Il prossimo match di Joshua è stato programmato per il 13 aprile sempre al Wembley Stadium, chi sarà il suo avversario?

Condividi su:
  • 69
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X