fbpx

Joshua: “Voglio Wilder e Fury. Quando sono pronti, sanno dove trovarmi!”

Consumata la sua vendetta contro Andy Ruiz e riportate a casa le proprie cinture WBA, WBO, IBF e IBO, IBF e WBO dei pesi massimi, la superstar britannica Anthony Joshua è pronto a riprendere da dove aveva lasciato con i suoi piani.

Sicuramente dovrà assolvere in primis i propri obblighi: le difese IBF e/o WBO. Quasi certamente la sfida finirà per essere solo una, una tra quella con Kubrat Pulev e quella con Oleksandr Usyk, poichè adempiere entrambi gli obblighi non sarà materialmente possibile per lui viste le tempistiche a sua disposizione, e Joshua potrebbe esser costretto a lasciare uno dei due titoli.

“In termini di date ci è stato imposto come limite di tempo, dall’IBF di dover affrontare Pulev entro la fine di aprile, mentre dalla WBO massimo 180 giorni per Usyk”, ha dichiarato Eddie Hearn. “Quindi dobbiamo chiedere se permetteranno prima la sfida con il bulgaro. Si tratta di parlare con il team di Usyk. Loro possono nel frattempo combattere contro Chisora ​​e noi affronteremmo poi il vincitore, oppure, laddove dovessero respingere la richiesta, ci costringeranno a lasciare un titolo vacante”.

Tuttavia quello che interessa maggiormente ad Anthony Joshua, adesso che è tornato campione, è avere l’agognata opportunità di affrontare il campione WBC Deontay Wilder oppure Tyson Fury, che intanto si affronteranno in una rivincita tra di loro a febbraio.

“Mi piacerebbe fare la mia prossima battaglia contro uno di loro. Ma sto facendo un passo alla volta. Quando sono pronti, sanno dove trovarmi. Non sono un campione di passaggio, sono qualcuno che resterà qui e affronterà i migliori del mondo. E Deontay Wilder e Tyson Fury lo sono. Mi piacerebbe avere l’opportunità di battere uno dei due”, ha dichiarato Joshua.

Grazie alla sua vittoria che lo ha redento, AJ si sente sicuro di poter farcela con entrambi: “Sicuramente ci credo. Ho mostrato diversi stili di combattimento: di saper combattere alla corta distanza, alla lunga, di andare per il knockout, etc. Credo di avere il loro numero, perché posso mostrare una varietà di skill”.

Eddie Hearn sottolinea che il suo pugile ha cercato di assicurarsi questi incontri per diversi anni senza successo, ma che adesso probabilmente ce la farà ad ottenerle: “Anthony li sta inseguendo da anni. Quelle sfide accadranno. Forse avevano ragione ad allontanarsi in passato da Joshua allora, perché adesso la sfida vale molto di più! AJ vuole una sua eredità. L’ha creata in Arabia Saudita. Vende arene in tutto il mondo! Sta trasformando la boxe. Da sabato, il telefono è impazzito con la gente che dice ‘portalo qui, portalo qua’. La gente ha visto quello che abbiamo appena fatto e ci sono per lui molte opzioni a livello internazionale, ma AJ vuole rientrare nel Regno Unito”.

Difatti il prossimo incontro potrebbe tenersi al Tottenham Stadium di Londra intorno a maggio: “Sarebbe un evento immenso. Molte persone sono venute fin qui in Medio Oriente mostrando che c’è ancora un grande interesse per la divisione dei pesi massimi. Il Tottenham Hotspur è un gran bello stadio nuovo per un incontro nel Regno Unito e lo stiamo valutando. Parleremo con gli enti e vedremo chi vuole andare per primo e portar la sfida”, ha concluso Hearn.

Condividi su:
  • 346
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X