fbpx

Joshua regala fondi alle ASD britanniche: “Senza supporto perderemo questi club e i campioni di domani”

Il campione del mondo WBA, WBO, IBF e IBO dei pesi massimi, Anthony “AJ” Joshua ha annunciato l’intenzione di sostenere finanziariamente le federazioni dilettantistiche britanniche, nello specifico quella inglese, scozzese e gallese. Un bel gesto da parte del pugile britannico di origini nigeriane, che ha motivato così la sua scelta: “La boxe mi ha aiutato a plasmarmi, sia fisicamente che mentalmente. Non è un segreto che senza la boxe e la famiglia creata intorno alla mia palestra, la mia vita sarebbe potuta essere molto diversa”.

Il denaro verrà elargito direttamente alle associazioni con maggiori difficoltà grazie anche al supporto delle federazioni nazionali e attraverso un accordo che prevede che l’intero importo dei finanziamenti sia riservato esclusivamente ai singoli club. Questa mossa ha lo scopo di sostenere uno sport che ha dato tanto a Joshua, e che in questo momento vive un momento difficile, il più delicato della sua storia. Molti club dilettantistici del Regno Unito sono stati costretti a chiudere i battenti durante l’andamento della pandemia e quelli che sono riusciti a sopravvivere vedono ben poche speranze all’orizzonte.

“Lo sport mi ha dato tanto e voglio aiutare i club evidenziando i problemi che stanno vivendo e facendo quello che posso per mantenere accese le luci per quelli più bisognosi”, ha detto AJ. Spesso questi club sono il cuore delle comunità locali, e in molti occasioni sono essi stessi in prima linea nell’aiutare adulti e bambini ad affrontare le difficoltà fisiche e mentali.

Joshua ha colto l’occasione anche per finanziare la palestra nella quale è cresciuto, la Finchley ABC, regalando nuovo materiale per l’allenamento. Un regalo che sarà esteso anche alle federazioni regionali, grazie anche all’aiuto di uno dei principali partner di Joshua, Under Amour, che si è offerto di donare i prodotti affiancandosi così all’offerta economica del campione.

Vorrei ringraziare le federazioni di Inghilterra, Galles e Scozia, per il loro sostegno nell’aiutare a facilitare il modo in cui questi aiuti giungono fino ai club più colpiti – ha aggiunto AJ – questa non è un’opportunità per criticare il governo per aver mancato di fornire fondi alla boxe, questa è un’epoca senza precedenti, tuttavia vorrei sfruttare il mio nome per chiedere loro di ripensarci. Senza supporto perderemo questi club e potenzialmente anche i campioni di domani“.

Gethin Jenkis, presidente della federazione inglese, ha voluto ringraziare Anthony Joshua: “Siamo lieti di ricevere questi fondi e ringraziamo Anthony per il suo sostegno economico. Nei prossimi giorni annunceremo ai club come accedere a questo finanziamento“.

Anche Colin Metson e Kevin Bell, rispettivamente presidenti delle federazione gallese e scozzese, hanno fatto eco alle parole di Jenkins: “Siamo estremamente grati al signor Joshua per la sua generosità“, ha detto Metson; “Ringraziamo Anthony Joshua per il suo sostegno. A lui va il grande merito di aver capito l’impatto di questa pandemia sulla boxe amatoriale“, ha concluso Bell.

Usyk potrebbe farsi da parte: “Fury è imprevedibile. Ha la mentalità giusta per battere Joshua!”

 

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X