fbpx

Jones pronto per Tyson: “Se bisognerà mordere, allora morderemo”

Roy Jones Jr è pronto a entrare in scena contro Mike Tyson, nonostante i suoi tentennamenti di qualche settimana fa. Il “Fulmine di Pensacola” difatti, dopo l’annuncio dello slittamento della loro sfida dal 12 settembre al 28 novembre, aveva sollevato qualche rimostranza circa il cambio di data visti i suoi numerosi impegni. Tuttavia in questo momento l’ex campione mondiale in quattro differenti classi di peso, oggi 51enne, sembra essere finalmente pronto per l’incontro di esibizione contro Iron Mike, dal quale sa di potersi aspettare di tutto. A suo dire infatti, nonostante i 54 anni di età, Tyson è ancora un pugile molto esplosivo e pericoloso.

Se ho commesso un errore, è stato quello di accettare la sua sfida. É ancora Mike Tyson, una delle persone più forti ed esplosive che abbiano mai calcato il ring – ha dichiarato Jones a Skysports – Lui è più grosso ed esplosivo, però quando arriverà il momento di combattere, combatteremo. Se bisognerà mordere, allora morderemo. Qualsiasi cosa dovesse accadere, succederà. É così.

Lui esploderà i fuochi d’artificio sin dal primo round, ma non io. Anch’io in carriera ho dimostrato di averli già al primo round, ma non come lui, che è noto per le vittorie al primo round più di chiunque altro nella storia della boxe, probabilmente è secondo solamente a George Foreman. Inoltre, avrà di fronte un avversario più piccolo, forse di 40 o 50 libbre in meno“.

Parole quasi da commentatore tecnico, ruolo in cui ultimanente Roy Jones si è cimentato per l’HBO. Negli ultimi anni, però, Jones ha deciso di dedicare il suo tempo ad allenare nuovi talenti, mettendo in campo tutto il suo sapere nonché la sua esperienza accumulata dopo anni di combattimenti (l’ultimo è datato nel 2018). Nel corso della pandemia, ha preso sotto la sua ala protettiva, Chris Eubank Jr.

Il fatto di allenare con ragazzi come Eubank mi incoraggia ad andare avanti – ha aggiunto Jonessono già bravi ma devi aiutarli a portare la loro mente su un altro livello. Se vuoi allenarli davvero, devi riuscire a portarli con la mente dove non sono mai stati. Quando ci riesco, allora anch’io riesco a risvegliarmi. Divento un pugile migliore, perché mi fanno ricordare delle cose che ho fatto in passato“.

Eubank, dal canto suo, ha speso parole di elogio nei confronti del suo maestro: “La maggior parte dei pugili, una volta che si ritirano, perdono tutto. Roy, al contrario, è sempre stato in palestra, quindi, per lui è più facile riprendere, a differenza di gente come mio padre o Mike Tyson, che non frequentano regolarmente la palestra“.

Mike Tyson: “Quel video? 30 secondi e sono stato a letto per una settimana!”

 

Condividi su:
  • 2K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X