fbpx

John Ryder batte Daniel Jacobs, un match equilibrato con molte critiche

John Ryder vince a sorpresa su Daniel Jacobs. Il pugile inglese si impone ai punti sull’ex campione del mondo dei pesi medi per split decision, due giudici hanno attribuito la vittoria a Ryder per 115 a 113 mentre uno ha dato la vittoria a Jacobs per 115 a 113.

Il match tra i due era valevole per la nomina di sfidante ufficiale per il titolo WBA dei supermedi  in possesso di David Morrell. Ryder guadagna così la sua seconda opportunità per il titolo mondiale. Il pugile inglese ha già affrontato Callum Smith nel settembre del 2019, un derby inglese concluso con una vittoria ai punti di Smith per decisione unanime.

Daniel Jacobs, già campione WBA e IBF nei pesi medi, è salito nei supermedi dopo la sconfitta nel maggio del 2019 contro Canelo Alvarez. La sua avventura nella nuova categoria incontra la sua prima sconfitta, dopo le ottime prove contro Julio Cesar Chavez Jr e Gabriel Rosado.

Il match parte a dei ritmi molto lenti, con Jacobs che controlla con degli ottimi Jab sinistri. Il pugile statunitense, usa il sinistro per scandire tempo e distanze. Il suo avversario aspetta e studia, spesso molto attento nelle prime due riprese subendo in maniera quasi passiva la boxe del suo avversario.

Dalla terza frazione Ryder prova a rispondere al suo rivale accorciando le distanze e provando a boxare alla corta distanza, obiettivo parzialmente riuscito perché nonostante la sua maggiore attività ne escono fuori piccoli scontri che risultano molto più confusi.

Quinto round è il miglior round di Jacobs, che prima con sicurezza gestisce le distanze, poi scarica una combinazione di sette colpi sul pugile inglese, che assorbe bene ma che non trova la giusta risposta. Altri colpi puliti e molti potenti anche alla sesta ripresa con il pugile americano che trova degli ottimi diretti.

Dopo dei colpi durissimi, Ryder si accende con un settimo round devastante, ritmo serratissimo e un duello all’arma bianca che accende il pubblico. Il mancino londinese combatte rispondendo colpo su colpo, addirittura chiudendo in crescendo la frazione.

Ottava ripresa che si chiude con colpi devastanti da parte di Ryder che accorcia le distanze e colpisce duramente Jacobs, che assorbe a fatica senza trovare possibilità di arginare la furia del suo avversario.

Jacobs subisce anche al nono round, l’ex campione del mondo dei pesi medi si ritrova incapace di controllare la distanza e si espone alle scariche dalla corta dell’inglese, ormai padrone dell’inerzia del match.

Il ritmo asfissiante di Ryder cala dalla decima ripresa, quindi il pugile americano può ritrovare la distanza a lui più congeniale. Jacobs prova a recuperare le riprese perse utilizzando il jab sinistro per controllare il suo avversario.

Le ultime riprese dopo il calo fisico di Ryder, subiscono una diminuzione del ritmo e dell’intensità. Entrambi i pugili provati si affidano ad azioni singole per gestire l’incontro.

Un match molto equilibrato, che ha visto John Ryder più efficiace dalla settima ripresa, verdetto che ha lasciato molti dubbi a molti appassionati e a molti addetti del settore. Sicuramente la prestazione di Jacobs non è stata all’altezza, troppo discontinuo nella parte finale del match. Tuttavia nella somma del match non ha maturato una sconfitta.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

  • Pier Paolo Gangemi

    Dagli highlights ci poteva stare un pari, ma jacobs penso che non abbia più nulla da dire nella boxe di alto livello di medi e supermedi. Secondo me non aveva vinto nemmeno contro Rosado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X