fbpx

Jaron Ennis: “Keith Thurman sarebbe un grande nome da battere!”

Ormai l’americano Jaron Ennis è molto più di un semplice prospect: con 28 vittorie conseguite da professionista e ben 26 KO messi a segno, il peso welter di Philadephia sta scalando le classifiche mondiali ed è ormai pronto secondo molti esperti e addetti ai lavori a insidiare i campioni di sigla delle 147 libbre. Dopo aver messo KO con apparente facilità validissimi contender come Sergey Lipinets e Thomas Dulorme, al record di Ennis manca solo il “grande nome” che possa proiettarlo verso una sfida titolata e il 24enne americano sembra averlo individuato nel connazionale Keith Thurman.

Thurman è inattivo dal luglio del 2019, ovvero dalla sua unica sconfitta subita da professionista che giunse per mano del fuoriclasse Manny Pacquiao all’MGM Grand di Las Vegas. Pur venendo superato ai punti dall’astro filippino, “One Time” offrì una prova competitiva contribuendo a rendere il match uno dei più belli dell’anno. A risultare decisivi furono soprattutto l’atterramento subito dall’americano nel primo round e un violento colpo al corpo messo a segno da Pacquiao nella decima ripresa che condizionò gli ultimi minuti del combattimento. Da allora Thurman è sparito dai radar e secondo alcuni ha iniziato a chiedere cifre spropositate per sedersi al tavolo delle trattative con i pugili di vertice, motivo per cui è finito temporaneamente in ombra.

Parlando al The Sun, Jaron Ennis si è espresso con queste parole in merito all’eventualità di affrontare l’ex campione del mondo:

“Penso che Keith Thurman sarebbe un buon nome per me, perché ha affrontato tutti. Quindi se non posso ottenere una sfida con i campioni del mondo o la posizione di sfidante ufficiale, ritengo che quello di Keith Thurman sarebbe un grande nome da battere. È stato campione del mondo e ha battuto pugili di vertice”.

Nel corso della stessa intervista Ennis si è anche soffermato sui tanti paragoni che sono fioccati nell’ambiente del pugilato internazionale dopo le sue ultime impressionanti vittorie. L’americano è stato infatti accostato a numerosi grandi nomi del passato per il suo stile spumeggiante che gli permette di intrattenere il pubblico e di annichilire atleti dall’ottimo pedigree. Il ragazzo di Philadelphia è naturalmente lusingato da questi paragoni altisonanti ma ci ha tenuto a ribadire la sua assoluta originalità:

“Io ho il mio stile personale, ma la gente dice sempre che sembro un mix tra Roy Jones e Pernell Whittaker. Altri dicono Roy e Floyd (Mayweather NDR). Adesso ho iniziato a sentir parlare anche di Sugar Ray Leonard e Tommy Hearns. Ci sono davvero tante combinazioni che la gente sta tirando fuori. Sono tutti grandi nomi, ma io sento di avere un mio stile originale, un mio arsenale personale per combattere. Molti di questi pugili non combattevano come me”.

A esprimere parole di grande ammirazione per Ennis c’è stato tra gli altri proprio il citato Floyd Mayweather Jr, impressionato dall’ascesa del suo giovane connazionale. A tal proposito Jaron ha voluto ringraziare l’ex campione:

“Apprezzo tutto l’affetto e il riconoscimento che Floyd mi ha tributato. Quando l’ho sentito parlare di me durante la sua intervista, mi ha fatto piacere, e mi ha dato ulteriore motivazione per continuare a spingermi verso la vetta”.

Pur avendo lasciato tanti osservatori a bocca aperta, al momento Ennis non è ancora riuscito ad assicurarsi il ruolo si sfidante ufficiale per una delle quattro federazioni principali. La classifica che lo vede più in alto è quella dell’IBF nella quale l’americano è al terzo posto alle spalle di Kudratillo Abdukakhorov e Shawn Porter. Battere un veterano dall’illustre passato come Thurman potrebbe dunque dargli la spinta necessaria per spingersi ancora più in alto; vedremo se One Time si rivelerà interessato ad accettare la sfida.

Thurman: “Keith ‘One Time’ è ancora qui e non va da nessuna parte. Tornerà in cima”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X