fbpx

Jackson: “Canelo ha scelto Kovalev perchè è il mediomassimo più debole”

John David Jackson, trainer di lunga data nonché ex allenatore di Sergey “Krusher” Kovalev (34-3-1, 29KO), ha criticato la scelta di Saul “Canelo” Alvarez (52-1-2, 35KO) di affrontare, al limite delle 175 libbre, il pugile russo. Canelo salirà di due categorie di peso per affrontare Kovalev: il combattimento andrà in scena il 2 novembre alla MGM Grand Arena di Las Vegas, e verrà trasmesso in diretta su DAZN.

Secondo l’opinione di Jackson, Canelo avrebbe scelto di sfidare Kovalev perché quest’ultimo è il più debole tra i mediomassimi: “Hanno visto gli ultimi combattimenti – ha dichiarato Jackson a Boxingscene.come hanno scelto Kovalev perché è il più debole nella divisione dei mediomassimi. Tuttavia, qualora Kovalev dovesse prevalere, allora potranno fare un passo indietro e giustificare la sconfitta adducendo come scusa il fatto che il russo fosse più grosso“.

Jackson ha spiegato anche i motivi per i quali sostiene che Kovalev sia il meno forte della divisione e ha anche raccontato alcuni aneddoti riguardanti il suo passato come allenatore dell’ex campione russo.

Fuori dal ring non mantiene uno stile di vita adatto. Gli altri campioni non distruggono il loro corpo, quindi, sono più giovani e freschi rispetto a lui. Era un testardo, ho cercato di spiegargli a lungo come combattere all’interno della guardia dell’avversario. Ora non può affrontare gli avversari quando vanno al corpo. Beterbiev, Bivol e Gvozdyk sono un po’ più bravi di lui. Semplicemente in questa fase della carriera è in declino rispetto a loro“.

Infine, è tornato sulla decisione di Canelo, che è stata letta da molti come una ciliegina sulla torta per la sua carriera. Ciononostante, Jackson ha ribadito il suo disappunto.

Non penso sia una scelta positiva, ma un rischio calcolato. Kovalev è in fase calante e questo è il momento migliore per affrontarlo. Kovalev è alla ricerca di incassi e in caso di sconfitta, forse, lascerebbe la boxe. Qualunque cosa stia succedendo al di fuori del ring, che si tratti di bere o di cose sentimentali, lo mettono in svantaggio per questo incontro“.

 

 

 

Condividi su:
  • 87
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X