fbpx

Ivan Zucco si conferma campione, Crivello cede alla terza ripresa

Ivan Zucco difende con successo il titolo italiano dei pesi supermedi. Sul ring del Centro Eventi Il Maggiore di Verbania il pugile piemontese domina il match e batte Ignazio Crivello in appena tre riprese. Lo sfidante siciliano si arrende a seguito di un fastidio fisico alla spalla che gli impedisce di continuare.

Il campione inizia la prima ripresa più accorto e attendista, cerca di studiare il suo avversario che paga un’inferiorità fisica. Questa notevole disparità viene subito sfruttata all’inizio del secondo round quando Zucco inizia ad accorciare le distanze e colpire duramente. Un gancio destro alla tempia sortisce effetti devastanti facendo crollare al tappeto Crivello, contato dall’arbitro Antonio Giubelli. Lo sfidante prova ad arginare il campione chiudendosi in difesa, tentando qualche risposta con dei montanti isolati, che però non riescono a frenare le sfuriate offensive di Zucco.

Il campione italiano lavora con colpi potenti e veloci, che pur finendo sulla guardia fiaccano le difese del suo avversario, che inizia a sentire i colpi fino ad informare l’arbitro della sua impossibilità a continuare. Infatti il siciliano accusa un infortunio alla spalla sinistra che pare gli impedisca di utilizzare in piena autonomia il braccio, costringendolo al ritiro.

Ivan Zucco, che ha conquistato il titolo italiano dei supermedi lo scorso aprile battendo Luca Capuano alla sesta ripresa per ritiro, si riconferma campione battendo con notevole facilità un avversario molto esperto, come testimonia il suo curriculum da dilettante che registra 128 incontri di cui 80 vinti, ma con un divario fisico decisamente proibitivo.

Il campione di Verbania adesso punta a qualcosa di più importante. Al termine del match ha dichiarato: “Adesso punto a qualcosa di internazionale. Sono un ragazzo che si allena tanto, che ci crede tanto. Voglio qualcosa sulle 12 riprese, anche se ancora non ne ho fatte più di sei in quattordici combattimenti.”

Le sue parole lasciano trasparire un chiaro riferimento ad un titolo internazionale prestigioso che pare sia all’orizzonte per il pugile gestito dalla OPI Since 82.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X