fbpx

Isaac Cruz sfida Ryan Garcia: “Lo affronterei anche nel cortile di casa sua!”

La prestazione offerta dal “Pitbull” messicano Isaac Cruz sabato scorso contro il forte picchiatore statunitense Gervonta Davis ha suscitato i complimenti e l’ammirazione della stragrande maggioranza degli addetti ai lavori e degli appassionati. Lo sfidante al titolo WBA dei pesi leggeri, che molti alla vigilia del combattimento consideravano una vittima sacrificale, ha ingaggiato battaglia col più rinomato rivale giocandosela sul filo di lana e venendo superato ai punti di strettissima misura. Non tutti però hanno posto l’accento sul coraggio e le qualità di Cruz: il noto pugile imbattuto Ryan Garcia ad esempio ha preferito criticare Davis per aver faticato eccessivamente a domare un avversario che evidentemente “King Ry” ritiene essere di seconda fascia.

Non si è fatta attendere la reazione del “Pitbull”, indispettito per la scarsa considerazione mostrata nei suoi confronti dal collega. Queste le dichiarazioni che Cruz ha rilasciato a Boxeo Mundial:

“Lui è libero di esprimersi nel modo che preferisce, io non ho niente da dire sul suo conto fuori dal ring. Tutto ciò che deve fare è chiamare il mio promoter e dirmi dove firmare: io andrei anche nel cortile di casa sua ad affrontarlo senza alcun problema.

Ho appena dimostrato a quei pugili ridicoli che sono campioni dei social network e si dedicano a caricare video sui loro canali, di essere un pugile che, indipendentemente dal tempo di preavviso, non rifiuta l’opportunità e mette in piedi un grande combattimento.

Ho affrontato il campione delle 135 libbre che tutti dicevano fosse invincibile. Ho resistito per tutte e dodici le riprese e credo di essere pronto per qualunque cosa, per la “mascella di vetro” di Ryan Garcia, per Haney, Lomachenko, Kambosos, non importa chi”.

Parole di fuoco dunque quelle del 23enne di Città del Messico che dopo la sua brillante performance della scorsa settimana si è indubbiamente meritato di essere preso in considerazione per altre sfide di rilievo internazionale. A dispetto dell’altezza ridotta per la categoria e del modesto allungo, Cruz porta con sé una potenza considerevole, una strepitosa resistenza ai colpi e una grinta da vero guerriero messicano, qualità che possono renderlo una mina vagante per la categoria dei pesi leggeri.

Non sono invece ancora chiari i tempi di rientro di Ryan Garcia dopo il suo recente intervento chirurgico alla mano destra che inevitabilmente lo terrà lontano dal ring per un po’. L’idolo dei social viene da un 2021 iniziato col piede giusto ma trasformatosi ben presto in un calvario. Dopo la bella vittoria sul valido contender Luke Campbell infatti, “King Ry” è andato incontro a problemi di natura psicologica che ne hanno frenato la carriera prima che la frattura alla mano ne ritardasse ulteriormente il rientro sulla scena. Vedremo se il guanto di sfida lanciato da Cruz verrà preso in considerazione per quello che, considerando le radici messicane di Garcia, sarebbe una sorta di derby dal potenziale esplosivo.

Gervonta Davis vince un match combattutissimo contro Isaac Cruz

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X