fbpx

Irma Testa batte Michaela Walsh e guadagna i quarti di finale!

Un’altra tappa del percorso difficile che conduce al sospirato podio olimpico è stata raggiunta con successo dalla nostra portacolori Irma Testa. La pugile di Torre Annunziata si è infatti imposta con un rotondo 5 a 0 sull’ostica irlandese Michaela Walsh strappando così il pass per i quarti di finale del torneo dei pesi piuma femminili di Tokyo 2020. Vittoria per verdetto unanime quindi quella dell’azzurra, ottenuta con i seguenti punteggi: 29-28, 29-28, 30-27, 29-28 e 30-27.

Non è stata una passeggiata quella della Testa, che di fronte aveva un’avversaria coriacea e smaliziata, abile nel proporre un piano tattico che inizialmente stava dando i suoi frutti ma che in seguito la nostra atleta ha saputo disinnescare. La Walsh ha infatti adottato una strategia attendista, lasciando volontariamente il centro ring all’italiana e concedendole la prima mossa con l’intenzione di incrociarla. Ne è derivata una prima ripresa equilibrata in cui Irma non è riuscita a esprimere il 100% del suo talento, ottenendo il favore di soli due giudici su cinque.

Consapevole di essere di fronte a un bivio fondamentale del suo torneo, la pugile campana ha però cambiato passo fin dall’inizio del secondo round, affidandosi al suo jab sinistro veloce ed esplosivo che in più occasioni si è stampato sul volto della rivale rendendole impossibile il compito di replicare con efficacia. La fighter irlandese non è quindi riuscita a produrre nulla di particolarmente incisivo nel corso della seconda tornata, limitandosi a un po’ di lavoro sporco durante le fasi di clinch, reso possibile da un metro arbitrale piuttosto permissivo. Round chiaramente dell’azzurra dunque e nessuna sorpresa dal tavolo dei giudici che hanno premiato Irma Testa all’unanimità.

Le due pugili sono dunque giunte all’ultima ripresa nella consapevolezza di doversi giocare il tutto per tutto: benché due cartellini vedessero l’italiana in vantaggio infatti, gli altri tre erano ancora in totale parità e soltanto i tre minuti finali avrebbero permesso di eleggere una vincitrice. La tensione era palpabile e l’incontro si è tramutato in una guerra di nervi, con Irma Testa nelle vesti dell’attaccante e la Walsh ancora inchiodata nel suo ruolo di pugile di rimessa. Pur nell’ambito di un round abbastanza equilibrato, è stata l’italiana a mostrarsi più volonterosa di passare il turno portando un maggior numero di colpi, premendo più a lungo col piede sull’acceleratore ed esprimendo in ultimo un pugilato più pulito e più vario rispetto a quello della rivale. Uno sforzo riconosciuto dalla giuria al completo con un 10 a 9 espresso all’unanimità che ha chiuso i giochi in favore di Irma Testa.

Non ci sarà molto tempo per festeggiare per la campionessa di Torre Annunziata, poiché le prossime sfide infuocate sono già alle porte. Mercoledì 28 luglio alle ore 4:15 italiane infatti la Testa se la vedrà nei quarti di finale con la canadese Caroline Veyre, una sfida che rappresenta un autentico crocevia decisivo per il torneo della nostra pugile: una vittoria le garantirebbe l’accesso alla semifinale e con esso la certezza matematica di salire sul podio e vincere una medaglia.

La Sorrentino accede agli ottavi di Tokyo 2020: domata la venezuelana Cardozo!

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X