fbpx

Il WBC nomina Usyk: “Campione in recesso”

L’imbattuto Oleksandr Usyk (16-0, 12 KO) è stato privato di un altro titolo mondiale, ma nonostante questa naturale decisione, il World Boxing Council non lo lascia andare facilmente.

La dirigenza del WBC ha votato all’unanimità per concedere a Usyk lo status di “campione in recesso”. La prestigiosa sigla con questa decisione afferma che Usyk può mantenere i suoi diritti come campione del mondo. Se mai decidesse di scendere ancora di peso, darebbe all’ucraino il potere di sfidare campione del mondo in carica.

Usyk è fuori dal ring dal novembre 2018, quando ha mandato KO Tony Bellew in otto round alla Manchester Arena. Alcuni mesi dopo questa vittoria, ha preso la decisione di passare nella divisione dei pesi massimi.

Infatti il pugile ucraino avendo unificato i titoli mondiali WBC, WBA, WBO e IBF nel 2018, sfruttando il torneo WBSS per stracciare i rivali dei Cruiser, ha riconosciuto pubblicamente che la categoria dei massimi leggeri non aveva più stimoli per lui. Ma nonostante l’annuncio di voler debuttare nei pesi massimi, era stato nominato Denis Lebedev come sfidante al titolo mondiale WBA, allora ancora in possesso del pugile ucraino. La scelta di Usyk è stata quasi obbligata, titolo abbandonato e sfida quindi annullata.

Usyk aveva programmato il suo debutto dei pesi massimi il mese scorso, contro il veterano ed ex sfidante al titolo dei pesi massimi Carlos Takam. Ma poi il vincitore della medaglia d’oro olimpica ha subito un infortunio e tra il rammarico dei fan ha dovuto ritirarsi  dall’incontro. Tuttavia il suo staff ha chiarito che smaltito l’infortunio, si prevede di far debuttare nei pesi massimi prima che l’anno sia finito.

Condividi su:
  • 124
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X