fbpx

Hughie Fury non si arrende: “Diventerò campione del mondo!”

Fino a questo momento si è dimostrato più forte a parole che con i fatti, ma il peso massimo Hughie Fury non ha intenzione di arrendersi e nonostante i match più importanti della sua carriera si siano conclusi tutti sin qui con cocenti sconfitte, continua a rilasciare dichiarazioni roboanti, pronosticando per se stesso un futuro da campione del mondo.

Hughie, cugino del più noto e decisamente più talentuoso Tyson Fury, attualmente ha soltanto 26 anni, motivo per cui non si può escludere che sia effettivamente in grado di far crescere il livello delle sue performance. Quanto messo in mostra finora non ha però convinto gli esperti, piuttosto caustici nel commentare le sfide di un certo prestigio che il ragazzo di Manchester ha già disputato. Il primo passo falso avvenne proprio nella sua città nel 2017, quando Joseph Parker, che all’epoca era il detentore del titolo WBO, lo sconfisse nettamente ai punti. Fury e il suo team contestarono il verdetto, ma la prova del pugile inglese fu davvero scialba e inconsistente, improntata esclusivamente sul tentativo di limitare i danni contro la pressione asfissiante benché confusionaria del rivale.

Non andò meglio in occasione della prima trasferta importante: il suo tentativo di disinnescare l’esperto Kubrat Pulev in Bulgaria iniziò discretamente, ma col passare delle riprese lo vide calare in modo netto e farsi bersagliare ripetutamente dal sinistro chirurgico del suo avversario. Fury ha poi tentato nuovamente di affacciarsi ai piani alti sfidando il russo Alexander Povetkin alla O2 Arena di Greenwich: ne è venuto fuori un match frustrante e assai poco spettacolare, stracolmo di clinch e interruzioni arbitrali al termine dei quali i giudici hanno punito l’ostruzionismo dell’atleta di casa con scarti forse un po’ eccessivi sui cartellini.

Le battute d’arresto che abbiamo riepilogato non hanno scalfito però la fiducia in se stesso del longilineo peso massimo britannico, che il 16 ottobre affronterà il veterano tedesco Christian Hammer. Stando a quanto riporta boxingscene.com, Fury ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in relazione al suo prossimo impegno e alle sue ambizioni future:

“Questo team mi porterà dove merito di essere. Prima non riuscivo a disputare gli incontri giusti, ora credo di poterli ottenere. Appena ho saputo di Hammer ho detto: ‘Questi sono i match che voglio’. È un pugile impegnativo. Io amo combattere, non ho paura di nessuna sfida, salirò sul ring con chiunque. Avrei potuto fare match più facili, ma voglio qualcuno che risponda ai colpi e mi metta alla prova. 

Sono convinto che diventerò campione del mondo. Il mio destino è stare al vertice. Diventare campione del mondo è il mio unico obiettivo. Voglio quelle cinture, a chiunque appartengano. Vincerò questo match, otterrò una qualifica di sfidante ufficiale e affronterò chiunque sarà in possesso di una cintura in quel momento.

Se sai combattere, sai combattere. Non ho paura di sfidare nessuno. Non badate al record, occorre imparare strada facendo. Prima ero un ragazzo messo contro uomini. Ora ho trovato me stesso e la storia sarà diversa. Avrò i giusti match, non mi interessa contro chi, e conquisterò quelle cinture”.

DIRETTO AL PUNTO – Hughie Fury, mestierante di lusso a soli 24 anni

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X