fbpx

Hopkins: “Pacquiao? Può battere il mio record ed arrivare a 50 anni”

L’ex campione unificato dei pesi medi e dei medio-massimi, Bernard Hopkins crede che Manny Pacquiao, ormai quarantenne, potrebbe continuare a combattere per altri 10 anni, se non molti di più.

Nel mese di luglio, Pacquiao ha vinto per decisione unanime contro l’imbattuto Keith Thurman per conquistare il titolo WBA dei pesi welter.

Hopkins ha continuato a combattere fino all’età di 51 anni, fino a quando fu messo KO dallo sfidante al titolo dei medio-massimi Joe Smith. L’ex campione del mondo è stato il più vecchio pugile ad aver conquistato il titolo mondiale, conquistandolo all’età di 49 anni. Inoltre è riuscito a conquistare il titolo mondiale anche a 46 e 48 anni.

Pacquiao non combatterà più fino al prossimo anno. Ma secondo Hopkins visto che il filippino non avrà problemi a combattere fino a 50 anni, visto che il 40enne già campione in otto categorie di peso differenti appare in una forma invidiabile. Hopkins ha dichiarato a ES News“Pacquiao probabilmente batterà il mio record e combatterà fino ai suoi 50 anni.  Perché vive bene, ha un buon ritmo sulle gambe, ha un buon spirito come un vero guerriero. Ha un carattere energico, sembra che riesca a gestire chiunque sia più giovane di lui.”

Pacquiao potrebbe affrontare il vincitore dell’unificazione dei pesi welter della prossima settimana, che vedrà Errol Spence, campione IBF, sfidare Shawn Porter, campione WBC. Così Hopkins non vede molti combattenti più giovani che scelgono di combattere con Pacquiao per costruire il loro curriculum.

“Non ci sono pugili che provano a sfidare Pacquiao, non sono interessati ad usare il suo nome cercando di aumentare la loro credibilità e il loro record. Manny ora è probabilmente evitato da molti giovani combattenti”, ha detto Hopkins.

Sulle potenziali voci che vorrebbero una rivincita tra Pacquiao e Floyd Mayweather, Hopkins si aspetta che il possibile incontro seguirò lo stesso destino del primo incontro del 2015, che ha visto Mayweather vincere per decisione unanime al termine del dodicesimo round. Hopkins ha dichiarato: “Non credo che succederà nulla di diverso dal primo combattimento”.

Condividi su:
  • 149
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X