fbpx

Helenius: “Wilder si sente più forte, più fiducioso e più sicuro di sé!”

Manca ormai pochissimo alla sfida cruciale di questa notte che vedrà opposti il campione del mondo WBC dei pesi massimi Tyson Fury e lo sfidante Deontay Wilder alla T-Mobile Arena di Las Vegas e chiunque abbia a che fare con il pugilato, dagli addetti ai lavori ai fan, sta cercando in queste ore di farsi un’idea su quali potrebbero essere le dinamiche del combattimento. Un aspetto potenzialmente decisivo potrebbero essere le condizioni psicofisiche con cui i due atleti si presenteranno sul ring e a questo proposito uno degli sparring partner di Deontay Wilder, lo svedese Robert Helenius, ha rilasciato dichiarazioni piuttosto incoraggianti.

Helenius sarà anche lui parte della riunione di stanotte: concederà infatti la rivincita al picchiatore polacco Adam Kownacki dopo averlo messo sorprendentemente KO nel marzo dello scorso anno. Lo svedese, che nella prima parte di carriera si era costruito fama di prospect molto pericoloso a suon di KO, era sparito dai radar a causa di alcuni problemi di salute e dal suo rientro sulla scena internazionale non aveva più convinto, tanto che il suo match contro Kownacki era visto come un test dall’esito scontato per l’imbattuto fighter polacco. Ora Helenius spera di avere nuove carte da giocarsi nonostante i suoi 37 anni e ha quindi colto al volo l’opportunità di fare da sparring partner allo sfidante al trono WBC Deontay Wilder, cosa che aveva già fatto in passato, ricavandone impressioni positive.

“Lo sparring è andato davvero bene. Lui si sente più forte, più fiducioso e più sicuro di sé” sono state le sue parole rilasciate in proposito a BoxingScene.com.

Più nel dettaglio si è spinto l’allenatore di lunga data di Helenius, Johan Lindstrom:

“In passato facevamo sparring con lui più volte a settimana, ma non abbiamo disputato così tanti round stavolta perché lui ha molti sparring partner diversi. Eravamo lì ad aiutarlo e poi ricorrevamo ai nostri sparring partner. Quindi abbiamo fatto un maggior numero di round con avversari dotati di uno stile più simile a quello di Kownacki. Vedo benefici nell’aver fatto sparring con Wilder perché lui appartiene all’elite. Si tratta di affilare le nostre armi. Non sono saliti sul ring scagliando bombe uno sull’altro perché entrambi si apprestano a fare un match importante. Ma gli aspetti tecnici, i tempi di reazione, il ritmo, nel fare sparring con Wilder sono completamente diversi. E io credo che a volte variare il tema sia meglio che allenarsi con pugili più bassi con uno stile da aggressori ancora, ancora e ancora per quasi due anni. Questo non va bene. Quindi lo sparring con Wilder ha fatto crescere il suo livello insieme ai tempi di reazione, al tempismo e a tutto il resto. Porta benefici a patto di non farlo troppo a lungo, ovviamente, perché non è il tipo di avversario che andremo ad affrontare. Ma per le capacità di adattamento è bene cambiare un po’ le carte in tavola e fare sparring con ragazzi diversi. Credo che ciò ti aiuti a crescere”.

Pur avendo trionfato in modo brutale un anno e mezzo fa, Helenius sarà anche questa volta lo sfavorito secondo le quote degli allibratori, tanto che la sua vittoria è pagata 2,75 volte la posta. Vedremo se riuscirà nuovamente a far saltare il banco e soprattutto vedremo se le sue impressioni sulla ritrovata fiducia in sé stesso di Deontay Wilder si riveleranno corrette.

Per acquistare l’evento Tyson Fury vs Deontay Wilder 3, clicca qui

Fury e Wilder pronti alla sfida di sabato: alla T-Mobile entrambi promettono spettacolo!

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X