fbpx

Hearn: “Siamo pronti a offrire il 50/50 al vincitore tra Wilder-Fury per Joshua”

Dopo la riconquista delle proprie cinture WBO, WBA, IBF e IBO dei pesi massimi, strappate a Andy Ruiz sul ring della Diriyha Arena lo scorso 8 dicembre, per il campione unificato Anthony Joshua l’obiettivo è quello di portarsi a casa l’ultima cintura di categoria per diventare finalmente il re assoluto della categoria regina. Un sogno inseguito ormai da anni, ma che fino ad ora ha faticato a concretizzarsi per via dei disaccordi soprattutto a causa delle ripartizioni delle borse.

Lo scorso anno infatti, prima della clamorosa sconfitta del britannico al Madison Square Garden, la possibilità della sfida di riunificazione contro detentore di lunga data del titolo WBC, ossia il “Bronze Bomber” di Tuscaloosa Deontay Wilder era ad un punto morto, poichè Joshua e il suo promoter Eddie Hearn erano fermi sull’offerta del 60/40, ritenendo di avere maggior potere, mentre l’americano avrebbe voluto che fosse 50/50.

Adesso le cose sembrano cambiate e l’amministratore delegato di Matchroom, si dice disposto a cedere e a offrire la divisione equa pur di dar vita a questa agognata sfida: “La priorità per AJ è quella di affrontare il vincitore della rivincita tra Wilder e Fury. Non è interessato invece al perdente in questo momento.

Un anno fa, Fury e Wilder stavano realizzando un decimo o quindicesimo di ciò che Joshua stava facendo. Joshua era imbattuto, aveva 4 cinture, era il chiaro re della divisione. A entrambi questi ragazzi furono offerti il 60/40, che all’epoca ritenevo fosse l’affare più generoso che potesse essere offerto loro. Tutti e due volevano il 50-50, e la mia risposta era chiaramente NO.

Scorrendo velocemente su questi 12 mesi, Joshua ha perso e poi riconquistato le cinture e ha bisogno ora di passare a un nuovo livello. Abbiamo Fury e Wilder che si sono affrontati a vicenda e i cui profili si sono considerevolmente alzati negli Stati Uniti. Continuo a non pensare che valgano 50-50, ma posso dire di volerne discuterene. Siamo arrivati al punto in cui accetteranno l’incontro solo al 50 e 50, senza se  e senza ma. Questa è una decisione però che spetta a AJ. Non voglio mettergli parole in bocca, perché sono il suo capo. A mio avviso, vuole questa sfida così tanto, che probabilmente accetterà l’affare.

All’epoca Wilder non era nemmeno vicino, ma le cose cambiano. Abbiamo bisogno l’uno dell’altro, siamo onesti. Penso che se Wilder vincerà quell’incontro con Fury, contro AJ sarà il combattimento più grande di sempre in questo sport. Tuttavia anche Fury è un grande combattente. Posso telefonarlo. Non abbiamo la stessa connessione con Wilder. Penso che Wilder non mi parlerebbe mai, e non riesco nemmeno a farlo con il suo staff, figuriamoci con lui. Ed è per questo che forse una sfida con Fury accadrebbe molto più velocemente. Vedremo intanto cosa succede tra loro”, sono state le dichiarazioni di Hearn al riguardo.

Condividi su:
  • 192
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X