fbpx

Hearn: “Offerta a 7 cifre per Ruiz, ma non è convinto sia il prezzo giusto”

Il numero uno della Matchroom Boxing, Eddie Hearn, ha dichiarato di aver fatto pervenire all’ex campione mondiale WBA, WBO e IBF dei pesi massimi, Andy “The Destroyer” Ruiz Jr (33-2, 22KO), un’offerta a sette cifre per strappare un suo consenso per un match con Dillian Whyte (27-1, 18KO). A detta del noto promoter britannico, il messicano pretenderebbe più soldi per accettare questo incontro.

Il nocciolo del problema sta proprio nella eccessiva richiesta da parte del pugile di origini messicane: l’ex detentore al trono dei massimi, infatti, nell’ultimo atto andato in scena il 7 dicembre scorso contro Anthony Joshua, ha ottenuto una cifra di 12 milioni di dollari, quindi, per ottenere un suo sì, Hearn dovrà promettere un compenso maggiore. Hearn, pur sottolineando l’atteggiamento di Ruiz nella trattativa, ha anche ammesso che l’ex campione mondiale è nella posizione di poter rifiutare la sua offerta.

Non si sa appunto fino a quanto Hearn sia disposto ad alzare l’asticella per convincere Ruiz ad affrontare Whyte. Molti addetti ai lavori sono convinti che con 5 milioni di dollari (gli stessi pattuiti per il primo match con AJ) il promoter britannico potrebbe riuscire a ottenere una risposta positiva da parte di Ruiz; tuttavia, qualora questa ipotesi fosse vera, c’è da scommettere che anche Whyte pretenderà lo stesso trattamento. Hearn vorrebbe abbinarli in un grande evento PPV per marzo o aprile nel Regno Unito.

“Abbiamo presentato un’offerta ad Andy Ruiz, una grande offerta a sette cifre, il problema è che quest’ultimo non è convinto che questo sia il prezzo giusto – ha dichiarato Eddie Hearn a riguardo – ha tutto il diritto di farlo. Questa è una grande sfida per tornare in gioco, ma è grande per entrambi. È una sfida rischiosa per tutte e due. Questo è uno snodo cruciale per tutti e due. Se Whyte dovesse perdere, allora per lui significherebbe dire addio al suo agognato sogno mondiale; se fosse Ruiz a uscirne sconfitto, invece finirebbe in una cattiva posizione”.

 

 

 

 

 

Condividi su:
  • 216
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X