fbpx

Hearn: “Mi hanno contattato per il ritorno di Tyson: ma non sarà da irresponsabili?”

Secondo Eddie Hearn “il rientro dalla pensione” di Mike Tyson costituirà un grosso dilemma morale per diversi promoter.

Da quando “Iron” Mike ha annunciato di voler tornare ad indossare i guantoni per alcune esibizioni a scopo benefico, il mondo si è scatenato attorno a tale notizia e soprattutto all’idea che queste possano essere l’inizio di qualcosa di più. In queste settimane Tyson si è allenato intensamente sotto la guida dell’allenatore, Rafael Cordeiro e ha pubblicato un paio di video che li ritraggono insieme durante le sessioni d’allenamento che sono diventati immediatamente virali e, nella clip più recente, l’ex campione indiscusso dei pesi massimi ha concluso il video con un “I’m Back”, scatenando ancor di più l’entusiasmo dei fan.

In questo periodo tante le proposte per accaparrarsi l’evento, dal promoter australiano Brian Amatruda per portarlo a Melbourne contro ex stelle del rugby e del football, al presidente della Bare Knuckle Fighting Championship, David Feldman, per attirarlo nel circuito della boxe a mani nude, fino poi a quelle arrivate direttamente dai suoi rivali di un tempo. Recenti dichiarazioni del numero uno della Matchroom Boxing, Eddie Hearn, rivelano invece che viceversa, qualcuno dello staff di Tyson l’ha contattato per discutere di un eventuale ritorno sul ring e che il britannico ha espresso molta perplessità al riguardo.

“Mi hanno contattato. Ho ricevuto una chiamata, un messaggio: qualcuno mi ha contattato e mi ha detto ‘Voglio parlare di Mike'”, ha rivelato alla British Boxing TV. “Mi piacerebbe vederlo, ma mi sono detto (sì so già che la gente dirà ‘Beh hai fatto combattere due Youtuber?!) non sarà un po’ da irresponsabili lasciare che una leggenda di 53 anni torni sul ring? Non lo so. Sembra piuttosto pericoloso. Ma penso che sia effettivamente solo per il fascino di poterlo veder tornare a 53 e fare qualche danno nella divisione? Può essere o forse no.

C’è una linea sottile e l’ho attraversata un paio di volte, con l’integrità dello sport contro l’intrattenimento e la consegna dei numeri. Il nostro lavoro sì è quello di portare i risultati per le nostre emittenti, ma dobbiamo cercare di tenerlo il più vicino possibile ‘al bersaglio giusto’. Non lo so, sono successe cose ben più strane, ma vedremo”.

Quello che Hearn pensa è che, così come per tante altre ex stelle, sicuramente per Tyson un ritorno non avrebbe nulla a che fare con il voler puntare a chissà quali nuove conquiste a livello agonistico o ad abbattere nuovi record da aggiungere alla propria (già splendente) carriera, come fantasticano i fan. L’unico motivo sarebbe quello della consapevolezza di poter di sbancare al botteghino.

“I pugili e le leggende stanno vedendo altri combattenti fare soldi per degli incontri che reputano insignificanti. Tyson non sta pensando di tornare per aggiungere qualcosa alla sua carriera. Sta solo pensando a quanto potrà ottenere, semplice. La risposta è un bel po’ di soldi”.

Foreman: “Tyson potrebbe tornare top contender: si inizia sempre da un’esibizione…”

 

Condividi su:
  • 1.2K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X