fbpx

Hearn: “Ho ricevuto un’offerta bizzarra per Joshua vs Fury: l’evento sarà speciale”

Eddie Hearn ha dichiarato di aver ricevuto un’offerta inaspettata da parte di chi vorrebbe assicurarsi i diritti di hosting per il match di riunificazione dei massimi tra il campione WBA, WBO, IBF e IBO, Anthony “AJ” Joshua (24-1, 22 KO), e il campione WBC Tyson “The Gipsy King” Fury (30-0-1, 21 KO).

Ad inizio settimana è stata resa nota alla stampa la firma del contratto tra Fury e Joshua che prevede due incontri consecutivi. Il numero uno della Matchroom Boxing, nonché promoter di AJ, non ha rivelato il nome dell’investitore, ma ha accennato qualcosa riguardo a una bizzarra offerta proveniente dall’Estremo Oriente.

Ho avuto un approccio ieri (mercoledì, ndr), non con qualcuno del Medio Oriente, ma è stato l’approccio più bizzarro. Non posso dire chi fosse, ma era di un individuo molto ricco che vuole fare qualcosa di molto speciale. Abbiamo avuto circa venti offerte per questo match, ma si capisce subito quali sono serie e quali no“, ha detto il promoter britannico.

Si tratta di un’opzione realistica, i soldi non sono un problema per quest’uomo – ha proseguito Hearn riferendosi all’ignoto investitore – dal punto di vista commerciale è un po’ strano, ma non si tratta di questo. Questo match è una sorta di trofeo da esibire come ‘il più grande evento del mondo’. Questo individuo la pensa così e vuole portare l’evento evento nel suo Paese. Non si tratta di vendere biglietti o di farsi finanziare con investimenti governativi… pagherebbe di tasca sua affinché tutto vada in porto.

C’è una cifra da raggiungere per ottenere l’organizzazione del match: se la raggiungi, ottieni l’incontro. I sauditi hanno investito sulla location in passato, con loro abbiamo già lavorato e non è complicato, si tratta solamente di accordarsi sulle date, ma in questo caso sto parlando di un’offerta un po’ diversa. Tutto quello che posso dire è che proviene dall’Asia. Non da Macao, ma non molto lontano da lì“.

Contrariamente a ciò che sta circolando ultimamente, Hearn ha confermato che il primo incontro andrà in scena a giugno o a luglio. L’obiettivo pare essere quello di organizzare entrambi gli eventi nel 2021. Le due parti in causa concordano sul fatto di dare vita al primo combattimento il più presto possibile in modo tale da disinnescare i problemi legati alla difesa del titolo WBO: l’ente potrebbe infatti pretendere da parte di Joshua una difesa obbligatoria con Oleksandr Usyk.

Leggo alcuni commenti che sostengono che i potenziali host preferirebbero un match per la fine dell’anno, a novembre o dicembre. Certo, ma non è quello che è sul tavolo e non è ciò che stiamo proponendo. Se possiamo combattere più tardi? La risposta è no. Questa è la data. Altrimenti la cintura WBO potrebbe diventare un nuovo problema e Fury potrebbe dire di aver bisogno di un altro match. L’attenzione assoluta è rivolta per i mesi di giugno o luglio. Joshua vuole solo questo combattimento. Ama l’Arabia Saudita perché gli piacque lo scenario e sarebbe la sua meta preferita qualora si combatta in Medio Oriente. Ma quel che più conta è il desiderio di diventare campione indiscusso“.

Accordo raggiunto tra Joshua e Fury: arriva finalmente la firma del contratto!

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X