fbpx

Hearn: “Joshua non cambierà allenatore”. Whyte: “Il suo problema è con se stesso!”

Gli scorsi giorni hanno fatto molto parlare, e supporre una possibile separazione dal suo storico allenatore Rob McCracken, le svariate visite dell’ex campione britannico dei massimi Anthony Joshua a diverse palestre americane avvenute nelle ultime settimane. Qualche foto e video circolati sui social hanno subito dato da pensare a fan e adetti ai lavori. Pare infatti che AJ dopo la sua ultima apparizione sul ring, nella quale è uscito sconfitto contro il formidabile pugile ucraino Oleksandr Usyk, abbia poi incontrato alcuni dei migliori coach in circolazione: da Eddy Reynoso a Robert Garcia, passando per Virgil Hunter e Ronnie Shields. Tuttavia però nessuna dichiarazione del 32enne di Watford ha lasciato trapelare le sue intenzioni al riguardo.

Così i suoi maggiori rivali, non hanno perso l’occasione per punzecchiarlo:“La cosa più semplice da fare quando perdi è interrogare le persone intorno a te invece di interrogare te stesso!”, ha dichiarato l’attuale detentore del titolo WBC ‘ad interim’ di categoria, Dillian Whyte. “Robert McCracken è un grande allenatore! Guarda cosa ha fatto per Carl Froch e per le altre persone della squadra britannica [olimpica]. Ma quando perdi inizi a cercare delle scuse: ‘Ah forse non ho dormito abbastanza, forse sono i miei allenatori’. Il problema di Joshua è con se stesso, non è con i suoi allenatori, è lui [il problema]!”.

Questo è il pensiero del ‘The Body Snatcher’ londinese che probabilmente non ha ancora digerito la sconfitta rimediata contro Joshua nel 2015 e che dunque calca la mano nelle sue affermazioni. L’ex campione unificato fino ad ora infatti, non ha accampato nessuna scusa per la sua sconfitta contro Usyk, anzi ha dato più volte merito al vincitore e ha promesso di impegnarsi maggiormente nella seconda sfida che lo attende contro di lui. É proprio per questo, per provarci con con tutto se stesso e non lasciarsi sfuggire niente, che secondo il suo promoter, Eddie Hearn ha organizzato questo tour nelle varie palestre.

“Non si è separato da Rob McCracken, non ha deciso di unirsi a un altro allenatore! Penso che stia solo cercando di imparare, di guardare alla sua impostazione, ai modi per migliorare e ci sta lavorando”, sono state le parole rilasciate in un’intervista recente dal capo della Matchroom Boxing. “È là fuori a lavorare ogni giorno per prepararsi alla rivincita [contro l’Usyk]. Sa che deve vincere questa sfida! É stato solo un modo per raccogliere informazioni.

Era questo il motivo del viaggio. Non era: ‘Vado in America per trovare un nuovo allenatore’. Era solo, “Voglio del tempo lontano”. Si è rilassato un po’. Ha frequentato un paio di palestre. Non era per incontrare allenatori diversi. Aveva più a che fare con le caratteristiche del luogo in cui si è allenato. Ha bisogno di un nuovo ambiente per allenarsi? Ha bisogno di una nuova energia, suppongo. Si sta assicurando di poter essere nella posizione di vincere questo incontro e non lascerà nulla di intentato”.

Avrà ragione lui o chi instilla il dubbio?

Whyte infortunato: salta la sfida con Wallin del 30 ottobre. Chi sfiderà Fury?

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X