fbpx

Hearn: “Non dovete preoccuparvi Canelo affronterà chiunque: anche Beterbiev e Bivol”

“Canelo Alvarez è il re assoluto pound for pound. Ha il diritto di combattere contro chiunque voglia. Ma la buona notizia è che sta affrontando un campione dopo l’altro. Quindi non dovete preoccuparvi, Saul combatterà contro chiunque! Forse dopo questo passerà ai mediomassimi e potrebbe affrontare Beterbiev, potrebbe affrontare Bivol… non gli importa”.

Secondo il numero uno della Matchroom Boxing Eddie Hearn la stella messicana Saul Alvarez regalerà al mondo ancora tante grandi sfide senza timore di incappare in avversari difficili ed evitati da tutti. Canelo è in procinto di affrontare a settembre il campione IBF dei pesi supermedi Caleb Plant per tentare di aggiungere l’ultima cintura alle sue WBO, conquistata contro Billy Joe Saunders e WBC e WBA “super” portate a casa contro Callum Smith così da riunificare l’intera divisione. Una volta che anche questo obiettivo sarà raggiunto, il pugile di Guadalajara potrebbe decidere di militare nuovamente nei mediomassimi, come accaduto nel 2019 quando ha scelto di fare il doppio salto di categoria per affrontare il Krusher russo Sergey Kovalev e portargli via la cintura WBO.

In passato il fuoriclasse messicano era stato accusato da alcuni addetti ai lavori e da molti appassionati, compresi numerosi fan messicani, di portare avanti una carriera “protetta” per via di alcuni verdetti discutibili e di avversari scelti su misura. Particolare scandalo avevano destato i cartellini della sua vittoria sul cubano Erislandy Lara, ma polemiche erano sorte anche in merito ai margini eccessivi decretati dai giudici nel suo trionfo su Miguel Cotto e al pareggio generosissimo ottenuto nella prima sfida con Gennady Golovkin. Altre critiche Canelo se l’era attirate per essere salito sul ring con alcuni pugili considerati non alla sua altezza come l’inglese Amir Khan, penalizzato da un gap fisico evidente e messo brutalmente KO nel 2016.

Anche in virtù di tutte queste accuse, che col tempo si erano intensificate, Canelo ha deciso di imprimere una svolta al suo percorso professionistico: il 6 novembre scorso ha rotto lo storico legame con Oscar De La Hoya e la sua Golden Boy Promotions per continuare la sua carriera da free agent e aumentare la sua attività ridottasi invece a massimo un paio di apparizioni l’anno. Da quel momento in poi infatti è tornato sul ring ben tre volte e sta per ritornarci per la quarta volta con l’intento di offrire ai fan tutti gli incontri migliori e di continuare a far la storia senza escludere niente e nessuno. In questa ultima parte della sua carriera il campione messicano ha scelto di collaborare con il promoter inglese Eddie Hearn e DAZN e, insieme a questi e al suo manager-allenatore Eddy Reynoso, sta riuscendo a organizzare velocemente tutto quello che si sono prefissati.

De la Hoya: “Penso che Canelo sia come un Mayorga, è forte, ma questo non basta!”

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X