fbpx

Il Gladiatore romano torna ancora una volta sul ring: sarà Vianello vs Kelly

Guido “The Gladiator” Vianello (7-0, 7KO) è pronto a una nuova sfida. Il pugile romano, dopo essere tornato sul ring lo scorso 9 giugno, conquistando il suo settimo successo in carriera contro Don Haynesworth (16-4-1, 14KO), battuto per tko al primo round, è ora pronto ad incrociare i guantoni contro il 29enne Danny Kelly (10-3-1, 9KO). L’incontro si disputarà alla “Bubble” allestita alla MGM Grand Arena di Las Vegas, il prossimo 21 luglio.

Danny Kelly è un pugile modesto, che tuttavia in carriera ha avuto modo di confrontarsi (perdendo ai punti e con un verdetto all’unanimità) con il polacco Adam Kownacki (20-1, 15KO), che nel corso della sua carriera ha diviso il ring con Charles Martin, Artur Szpilka e Chris Arreola.

Questa per me sarà un match ancora più impegnativo ma mi sono preparato bene e con scrupolisità. Ho lavorato molto sulla velocità – ha dichiarato il classe 1994 romano, che ha scelto di perdere dei kg proprio con l’obiettivo di essere più dinamico e fluido – grazie al mio allenatore mi presenterò alla vigilia del match molto tirato. Non vedo l’ora di combattere“.

Guido Vianello è diventato professionista nel 2018, facendo la scelta di lasciare l’Italia per sposare il progetto della rinomata Top Rank del leggendario Bob Arum che, passo dopo passo, gli sta mettendo davanti avversari sempre più ostici in virtù di un lento ma costante processo di crescita. Fino ad adesso il pugile romano ha ottenuto sette vittorie, tutte prima del limite, anche se contro avversari fin qui di medio-basso lignaggio.

La Top Rank mi sta permettendo di crescere grazie ad allenatori eccellenti e facendomi combattere contro avversari via via sempre più difficili“. Vianello ha fatto sparring con nomi di alto calibro nella categoria dei massimi, tra i quali c’è Tyson Fury, che lo scorso febbraio è tornato sul tetto del mondo battendo alla settima ripresa l’ormai ex campione WBC, Deontay Wilder.

Da Tyson Fury c’è molto da imparare. Lui ha dimostrato di essere il numero uno e non vedo l’ora che affronti Anthony Joshua in modo tale da riunificare tutte le corone mondiali“.

La sfida Fury-Wilder 3 verso il 19 dicembre. Arum: “La data che vorremmo tutti”

Condividi su:
  • 387
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X