fbpx

Allenatore di Vianello: “15 punti di sutura. Guido ha avuto problemi dopo il taglio”

La sera del 3 ottobre, Guido Vianello (7-0-1) ha avuto il combattimento più duro della sua carriera, quando ha ha affrontato l’arcigno statunitense Kingsley Ibeh (5-1-1). Match terminato in un pareggio, che si è svolto in diretta su ESPN+ nel sottoclou della sfida tra Jose “Chon” Zepeda e Ivan Baranchyk.

Lo stile di Ibeh ha dato moltissimi problemi al nostro portabandiera fin dalla primo round. Tuttavia Vianello è riuscito a finire il match in crescendo. Nonostante l’evidente e profondo taglio al sopracciglio sinistro, subito nel corso del secondo round, causato da un ottimo jab da parte del suo avversario.

“Guido ha avuto una notte di duro lavoro contro Kinglsey Ibeh. Ibeh è un avversario forte, poco ortodosso e determinato, che tirava pugni da molte angolazioni diverse e Guido ha faticato ad adattarsi al combattimento”, ha dichiarato Kevin Barry a Boxingscene.com.

L’allenatore del “Gladiatore” romano ha spiegato anche che la loro strategia per il match era concentrata sul lavoro a distanza con l’utilizzo del doppio jab, portando attenzione e monitorando gli spostamenti laterali dell’avversario: “Non è stata la miglior prestazione di Guido e lui è apparso un po’ spento sul ring, ma credo che imparerà molto e maturerà da questa esperienza. Il taglio ha richiesto 15 punti di sutura e insolitamente è avvenuto per un jab. E’ stata una benedizione avere il cutman Stitch Duran, tra i più bravi al mondo, al nostro angolo. E’ riuscito a gestire una ferita veramente profonda in maniera veramente egregia.

Guido ha avuto problemi con la distanza dopo il taglio, ma dopo una partenza difficile, ha mostrato un maggiore tasso tecnico e una migliore forma atletica, riuscendo a finire più forte. Il pareggio è stato un risultato appropriato, come hanno visto correttamente i due giudici. Guido tornerà a casa a Roma e si riunirà a noi qui a Las Vegas all’inizio di gennaio”.

Il “Leone nero” ferma Vianello: contro Ibeh finisce pari

Condividi su:
  • 142
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X