fbpx

Gomez: “Canelo considera una sfida a porte chiuse e i possibili avversari”

Canelo è ancora in cerca di conferme per il futuro. Il presidente della Golden Boy, Eric Gomez ha smentito le voci che vedrebbero la stella messicana già indirizzata verso un avversario in particolare, da affrontare a settembre.

Prima che la pandemia da coronavirus bloccasse le attività, Saul Alvarez avrebbe dovuto concludere l’accordo con Billy Joe Saunders per una sfida che si sarebbe dovuta tenere a maggio. Successivamente i suoi piani sarebbero andati verso la trilogia con Gennady Golovkin. Tuttavia adesso, visto le restrizioni ancora in corso, difficile che entrambi gli incontri si possano realizzare nel futuro più prossimo.

Dunque negli ultimi giorni si è parlato della possibilità per Canelo di disputare un match intermedio in attesa che le limitazioni vengano abolite. Diversi i nomi balzati alla cronaca, da Sergey Derevyanchenko a Anthony Dirrell, da Caleb Plant a Jaime Munguía, passando per David Benavidez e David Lemieux, ma ai microfoni di ESPN Deportes, Eric Gomez ci ha tenuto a far chiarezza.

“Ci sono cinque o sei avversari, sono più o meno i nomi che vengono sempre fuori, non escludiamo nessuno, ma non ce n’è uno che suoni meglio dell’altro. Ne sono stati menzionati di diversi, ma Saúl deve ancora decidere contro chi vuol combattere. Stiamo guardando gli avversari, ma non ci sono offerte. Abbiamo visto che sono uscite alcune note, ma non sono vere, non c’è nessuno, non ci sono offerte, gli avversari sono sempre gli stessi, i migliori al mondo, alcuni dei quali campioni… l’unica differenza adesso è che i confini non sono aperti e le persone non possono viaggiare liberamente come avrebbero potuto fare prima, quindi questo è un altro aspetto che dobbiamo considerare”.

Uno dei problemi, oltre a quello dell’apertura delle frontiere, riguarda anche la questione degli eventi da tenersi a porte chiuse e quindi l’attesa per sfide di un certo livello potrebbe protrarsi, ma Canelo sembra voler considerare la possibilità di combattere anche senza pubblico: “È aperto all’idea, non è ancora confermato, non lo ha confermato, stiamo solo parlando dell’idea di combattere senza un pubblico, lui è propenso, ma vuole conoscere tutti i dettagli prima. Nelle prossime settimane ci incontreremo per discutere di tutto, se potrà sentirsi al sicuro, capire che il posto lo sia, poi prenderà conoscenza dei protocolli, e quindi solo dopo vedremo”, ha proseguito il presidente della Golden Boy.

Alla domanda specifica poi dell’eventualità di portare in scena la sfida con GGG come previsto a settembre con questa modalità, ha risposto: “No, con Golovkin no. Economicamente, non è conveniente farlo senza un pubblico. Le due sfide precedenti a Las Vegas hanno prodotto incassi molto grandi al botteghino e non sarebbe conveniente fare quell’incontro senza un pubblico, ma vedremo quando potrà essere possibile farlo. Entrambi sono propensi a combattere, ma potrebbe non accadere fino al 2021”.

Sulaiman: “Avremo il nome di Canelo tra i migliori della storia”

 

Condividi su:
  • 116
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X