fbpx

Gomez su Canelo: “Non abbiamo mai finalizzato con Saunders, non esiste un contratto”

Eric Gomez dichiara che la sfida tra Billy Joe Saunders e Saul Alvarez non è mai stata finalizzata e che dunque adesso tutto può succedere.

Prima che la pandemia da COVID-19 si scatenasse, costringendo conseguentemente quasi l’intero mondo e tutte le attività a fermarsi, la trattativa tra il campione WBO dei supermedi e Canelo, detentore del titolo WBA di categoria, si diceva che fosse praticamente conclusa e che sarebbe arrivata l’ufficializzazione della loro sfida per il 2 maggio di lì a poco.

Tuttavia il blocco ha costretto a rinviare tutti i piani e ovviamente anche quelli della superstar messicana: “Non abbiamo mai finalizzato la trattativa con Saunders. Stavamo prendendo in considerazione questa eventualità ma ci sono altre considerazioni che abbiamo da fare. Non esiste un contratto firmato. È tutto in sospeso. Eravamo molto vicini a finalizzare i dettagli di questa sfida, ma poi è scoppiata la pandemia. Una volta che avremo un quadro più chiaro, rivisiteremo tutto. Sarà uno dei nomi considerati. È un combattente di talento con un ottimo record ed è un campione”, ha dichiarato il presidente della Golden Boy Promotion in un’intervista recente a Sky Sports.

Affermazioni quelle di Gomez che farebbero pensare anche ad una possibile rotta diretta verso la trilogia con Gennady Golovkin. Infatti prima di questo momento di subbuglio generale, oltre a parlarsi della sfida contro Saunders di maggio si parlava anche di quella successiva in settembre contro GGG. Quindi ora che le date degli eventi di maggio sono cancellate, resta da comprendere se quella con il britannco una sfida rimandata o scavalcata.

Nel mezzo, oltre alla pandemia, ci si è messa anche la sospensione della licenza per combattere da parte del BBB of C per Saunders dopo la pubblicazione sui suoi canali social di un video molto equivoco, e dunque adesso, tra le altre, bisognerà capire anche quale sarà la sua posizione dopo che verrà sottoposto all’udienza dal consiglio britannico.

Passando a parlare poi in maniera più generale della carriera di Alvarez, Gomez ha proseguito l’intervista rivelando gli obiettivi futuri di Canelo: “Saul vuole combattere all’estero e abbiamo discusso con lui di farlo andando in Giappone, ritornando a casa in Messico e volando nel Regno Unito. Ha preso in considerazione tutte queste opzioni e, prima di ritirarsi, combatterà all’estero. É quello che può succedere nei prossimi due anni.

Si parla del suo nome. Vuole diventare una stella più internazionale, non combattere solo negli Stati Uniti. Vuole diventare una star ancora più grande di quanto non lo sia già ora. Ha fan sparsi in tutto il mondo e vuole costruire su questo”.

Condividi su:
  • 48
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X