fbpx

Gomez batte nettamente Henchiri e gli strappa il titolo dell’Unione Europea

Nel main event dell’evento organizzato dalla Promo Boxe Italia di Mario Loreni e andato in scena al Palahockey di Reggio Emilia, il pugile toscano Nicola Henchiri non è riuscito a difendere il titolo dell’Unione Europea dei pesi superpiuma venendo sconfitto ai punti dallo spagnolo Juan Felix Gomez. Il verdetto dei giudici è stato unanime con i seguenti cartellini: 119-108, 119-107, 118-108. Henchiri si era laureato campione lo scorso maggio sconfiggendo a sorpresa il più quotato Mario Alfano a Brescia, ma stavolta ha potuto far poco contro la maggiore incisività e contro le lunghe leve dello sfidante iberico.

L’incontro si è aperto col più classico dei round di studio, con i due atleti intenti a prendere le misure e poco propensi a scoprirsi per timore di incorrere in un pericoloso colpo a freddo. Già a partire dal finale della seconda ripresa tuttavia Gomez ha deciso di dar fuoco alle polveri chiudendo più di una volta il campione alle corde e tempestandolo con combinazioni prolungate e pesanti.

Il momento d’oro del fighter spagnolo è proseguito raggiungendo il suo culmine nel terzo round, quando un paio di ganci consecutivi alla tempia hanno fatto piegare le ginocchia al nostro pugile, bravo e coraggioso nel rimanere in piedi ma costretto a incassare una gran quantità di fendenti caricati a tutto braccio. In questa fase Gomez ha evidenziato la sua inesperienza consumando una mole spropositata di energie senza badare più di tanto alla precisione e all’accuratezza dei suoi fendenti, col risultato di vanificare la chance della soluzione prima del limite e di permettere ad Henchiri di restare in partita.

L’atleta di Pisa è dunque riuscito a non farsi travolgere dando vita nelle fasi centrali del combattimento a riprese più equilibrate ma evidenziando sempre un considerevole svantaggio in termini di potenza che consentiva a Gomez di farsi preferire agli occhi dei giudici anche a parità di colpi messi a bersaglio. Il pugile iberico, probabilmente per gestire il carburante in modo più proficuo, ha abbandonato le vesti del picchiatore d’assalto e ha iniziato a muoversi vorticosamente in circolo cercando di sfruttare il maggiore allungo e colpendo principalmente di rimessa.

Henchiri ha provato a esercitare pressione con pazienza e senza scoprirsi troppo, ma il trascorrere inesorabile dei minuti ha soltanto avvicinato lo sfidante al trionfo finale. Proprio quando il match sembrava doversi trascinare stancamente verso la fine senza ulteriori sussulti, un decimo round infuocato ha fatto trasalire il pubblico. Il nostro portacolori è infatti riuscito finalmente a spingere il rivale contro le corde e ha approfittato di un momento di distrazione dello spagnolo, intento a lamentarsi con l’arbitro per via di un colpo basso ricevuto, per tempestarlo di colpi. Ne sono seguite fasi caotiche ed intense a cui Gomez è sfuggito piazzando a sua volta un montante sotto la cintura che ha fatto inginocchiare Henchiri costringendo l’arbitro a fermare il cronometro. In chiusura di round un montante corpo messo a segno da Gomez ha infine prodotto l’unico atterramento della serata, per quanto la caduta sia stata causata soprattutto dal cattivo posizionamento dei piedi del pugile italiano.

Negli ultimi round i due atleti hanno dato fondo alle ultime energie residue scambiando a viso aperto e senza paura, ma ancora una volta la maggior potenza dei colpi di Gomez ha dettato legge, alimentando un solco sui cartellini divenuto ormai abissale. Giusti dunque gli scarti ampi emessi dai giudici dopo la campana finale che hanno sancito una brutta battuta d’arresto per Henchiri, fino a ieri protagonista di un 2021 da incorniciare grazie alla lodevole prova contro il forte Francesco Patera e grazie al già citato successo da outsider ai danni di Alfano. Purtroppo in questa circostanza il pugile pisano si è trovato di fronte a un rivale fisicamente troppo attrezzato per poter tessere la sua trama e far valere le sue qualità.

Rigoldi nuovo campione italiano, vince ai punti su De Bianchi

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X