fbpx

Il Sol Levante attende Triple G: Golovkin vs Murata è ufficiale!

Le trattative erano a buon punto già da mesi e per annunciare il sospirato ritorno tra le sedici corde del campione del mondo IBF e IBO dei pesi medi Gennadiy Golovkin si attendeva soltanto l’ufficialità, che ora è puntualmente arrivata. Triple G combatterà il 29 dicembre a Saitama, in Giappone, contro l’idolo locale Ryota Murata che al momento possiede la cintura WBA di categoria. Come di consueto dunque l’anno pugilistico nel Sol Levante si chiuderà con un evento di grande spessore e di assoluto interesse internazionale.

Lo spettacolare picchiatore kazako ha già espresso tutto il suo entusiasmo per la chiusura dell’accordo che lo porterà a battersi nel continente asiatico per la seconda volta in carriera da professionista. L’unico precedente risale infatti al lontano 2010, quando Triple G mise KO Nilson Julio Tapia nel suo Kazakistan. Queste le parole di Golovkin sulla riunificazione imminente:

“Sono molto eccitato dall’idea di portare il Big Drama Show in Giappone, Paese in cui il pugilato è molto popolare. Ryota Murata è uno straordinario campione. Sarà una notte speciale quella in cui ci incontreremo per riunificare i nostri titoli. Regaleremo ai fan un grande match”.

Sulla stessa lunghezza d’onda sono state le dichiarazioni del campione WBA, entusiasta di potersi misurare con un avversario di tale levatura davanti ai suoi tifosi:

“Mi sento come se la mia intera carriera nel pugilato, dilettantistica e professionistica, sia stata una preparazione per questo match con Gennadiy Golovkin. Questo incontro determinerà la mia collocazione nella divisione dei pesi medi e nella storia del pugilato. Gennadiy Golovkin è stato a lungo lo spauracchio della categoria dei medi. Per quanto mi riguarda è ancora imbattuto. Ho il massimo rispetto per lui. Sono passati quasi due anni dal mio ultimo match, a causa della pandemia, ma ho sfruttato questo tempo a mio vantaggio, lavorando molto duramente con i miei allenatori per migliorare la mia condizione atletica e per aumentare la potenza dei miei colpi. Sono davvero orgoglioso del fatto che il Giappone ospiterà quest’incontro. È un grande onore per me”.

Mentre Murata, come da lui stesso ricordato, rientrerà sul ring dopo due anni di inattività, per Golovkin sarà passato circa un anno dall’ultima battaglia, quella che lo scorso 18 dicembre lo vide uscire vittorioso per KO tecnico in sette riprese sul polacco Kamil Szeremeta. Non fu un compito troppo difficile quello di Triple G, che siglò ben quattro atterramenti senza correre particolari rischi, evidenziando tra l’altro un vantaggio in termini di potenza nei confronti del rivale semplicemente abissale. Giunto all’età di 39 anni, con alle spalle una carriera dilettantistica lunghissima e tante guerre logoranti disputare nei pro, il kazako dà ora l’impressione di volersi gestire per prolungare il più a lungo possibile la sua permanenza ai massimi livelli del pugilato. La frequenza dei suoi combattimenti è infatti scesa a uno all’anno e la selezione degli avversari sembra essersi fatta più oculata. Nondimeno la decisione di affrontare Murata gli permetterà, in caso di vittoria, di far sua un’altra cintura mondiale.

Il curriculum del picchiatore giapponese naturalmente non può essere paragonato a quello del suo prossimo dirimpettaio ma può vantare a sua volta trofei significativi, a partire dall’oro olimpico di Londra 2012. Da professionista Murata fallì la prima opportunità mondiale venendo sconfitto ai punti dal francese Hassan N’Dam N’Jikam con un verdetto da molti reputato scandaloso nel 2017, ma si prese la pronta rivincita sul transalpino cinque mesi dopo mettendolo KO in sette riprese. Anche l’altra sconfitta, questa volta meritatissima, giunta per mano di Rob Brant, è stata vendicata brutalmente nel rematch, chiuso in soli due round. Affrontare Golovkin rappresenterà per l’atleta nipponico un netto salto di qualità in rapporto al valore degli avversari incontrati finora sul suo cammino, una sfida quasi proibitiva ma impossibile da rifiutare vista l’importanza della posta in palio.

Canelo sulla trilogia con Golovkin: “Dov’è? Cosa ha fatto da quando mi ha affrontato?”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X