fbpx

Il promoter di Munguia: “GGG è l’uomo giusto per Jaime, non è più lo stesso”

Dopo la vittoria dello scorso sabato sul ring dell’Alamodome di San Antonio, la prima al limite delle 160 lb, Jaime “Destructor¨ Munguía è apparso quest’oggi a capo di una conferenza stampa davanti ai media e agli sponsor di Tijuana.

L’ex campione dei superwelter ha dichiarato di sentirsi molto bene fisicamente, e tecnicamente preparato per la divisione dei pesi medi, esprimendo tutta la sua gioia per l’ottima prestazione nel match contro Gary “Spike” O’Sullivan.

“Mi sono sentito molto bene, forte. L’idea era di lavorare su diverse cose all’interno del ring. Provare i  movimenti difensivi e offensivi, e penso che abbiamo raggiunto quegli obiettivi. O’Sullivan è un grande combattente, molto forte, ma noi abbiamo saputo imporci chiaramente”, ha dichiarato il messicano.

Munguía ha inoltre espresso l’intenzione di fare altri due combattimenti quest’anno, ma che non ha particolari preferenze nellas celta dei prossimi avversari.

“Affronterò chiunque decidano che combatta il mio promoter e il mio staff. Ci sono diverse opzioni sul tavolo, ma dobbiamo fare un passo alla volta e vedere cosa è meglio per noi”.

Accompagnato dalla sua squadra, guidata dal suo allenatore Erik “Terribile” Morales, suo padre Jaime Munguía Sr, il suo allenatore Fernando Fernández, il suo nutrizionista Antonio Pérez e il suo co-promotore Fernando Beltrán, il combattente messicano ha spiegato comunque che tornerà prestissimo al suo centro di allenamento a Otomí, dove è riuscito ad ottenre miglioramenti consistenti sia della  condizione atleticache della forza.

Secondo Beltran, uno dei buoni avversari per Munguìa potrebbe essere il campione dei pesi medi IBF Gennady Golovkin: “È un combattente che considero l’avversario ideale da far affrontare a Munguía. È ottimo, ma ha già 36 anni e non è più il distruttore di tre o quattro anni fa. I suoi riflessi sono più lenti di mezzo o di un secondo, e i pugni che riceve li sente. Penso che in questo momento, sarebbe la sfida più adatta a Jaime”.

Due anni fa una lotta tra Golovkin e Munguia era quasi stata finalizzata, ma la Commissione atletica dello stato del Nevada non ha permesso che si svolgesse, poichè il messicano non aveva sufficiente esperienza a livello mondiale nè aveva mai combattuto nei pesi medi.

Condividi su:
  • 95
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X