fbpx

Golovkin: “Mi sento ancora un campione, ma non sottovaluto mai nessuno”

Questo fine settimana tornerà all’opera sul ring del Madison Square Garden, per riprendere da dove aveva lasciato. L’ex campione dei pesi medi Gennady Golovkin (39-1-1, 35KO) si prepara come sempre ad arrivare nel migliore dei modi verso questa nuova chance titolata. Altresì si aspetta un Sergiy Derevyanchenko (13- 1, 10KO) in altrettanta forma, anche superiore a quella avuta lo scorso anno contro Daniel Jacobs (35-3-0, 29 KO).

“Mi sento ancora un campione ed ogni match per me (cintura o no in palio) è come fosse un incontro per il titolo. Arrivo nello stesso modo. Tutti i miei combattimenti per me hanno la stessa importanza, il mio ultimo match, questo incontro, sono allo stesso livello nella mai testa. Mi preparo sempre per essere impeccabile.

Non puoi sottovalutare il tuo avversario, qualunque cosa accada. Devi guardare ogni incontro come se fosse il tuo ultimo. Non sottovaluto mai nessuno dei miei avversari ed è quello che farò con Sergeiy”, ha dichiarato in conferenza stampa.

Non è una cattiva mentalità da adottare, considerando che Golovkin ha trascorso l’ultimo decennio da campione del mondo dei pesi medi. Con una carriera che vanta una medaglia d’argento olimpica nel 2004, e poi realizzando un record di 20 difese da campione del mondo, prima di subire una sconfitta per MD contro la superstar messicana Saul “Canelo” Alvarez.

Dopo quella sfida, con un verdetto discusso da molti, che aveva aperto ad una possibile trilogia, il killer kazako ha affrontato e dominato Steve Rolls, vincendo in appena quattro riprese, lo scorso giugno. L’incontro, disputato alla MSG, ha segnato il primo incontro del redditizio accordo tra il Kazako e DAZN che lo vedrà impegnato in sei incontri. Questo è stato il primo incontro degli ultimi nove anni di carriera del Kazako che non avesse un titolo in palio.

Per il kazako si è aperta una nuova chance per il titolo IBF, grazie ad una pessima gestione dello staff di Alvarez, precedente detentore del titolo, che non sapendo gestire la trattativa con lo sfidante obbligatorio Derevyanchenko, ha visto il proprio assistito essere costretto  a rinunciare al titolo. Con conseguente nomina del kazako e dell’ucraino al ruolo di co-sfidanti del titolo vacante.

Golovkin ha lasciato la stessa cintura un anno fa dopo la decisione di rinunciare a una difesa obbligatoria del titolo contro Derevyanchenko, per svolgere il secondo incontro con Saul Canelo Alvarez. Allora il titolo vacante venne disputato dall’ucraino e da Daniel Jacobs, quest’ultimo si aggiudicò la contesa con una vittoria per split decision.

Da allora molte cose sono cambiate, il kazako ha iniziato a lavorare con un nuovo allentatore, Johnathon Banks, che sarà per la seconda volta all’angolo dell’ex campione dei pesi medi. Il nuovo trainer ha sempre dichiarato di essere in grado di migliorare il kazako al punto di portarlo a vincere contro Saul Canelo Alvarez. Tuttavia è intenzionato a riprendersi il trono dei medi, nell’attesa che il messicano si decida a tornare sul ring contro di lui.

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X