fbpx

Golovkin vs Derevyanchenko, L’IBF da il via alle trattative

Sergiy Derevyanchenko ha trovato il suo avversario. Il pugile ucraino ha iniziato a trattare con l’ex campione dei pesi medi Gennady Golovkin, per un match valevole per il titolo IBF, reso vacante per via dalla decisione dell’ente americano di spogliare della corona la superstar messicana Saul Canelo Alvarez.

Le trattative pare fossero già iniziate da prima che venisse ufficializzata la nomina del kazako a sfidante ufficiale da parte della federazione. Il portavoce della IBF, Jeanette Salazar ha dichiarato poi questa mattina ai colleghi di Boxingscene.com: “La nomina è stata spedita oggi. Hanno 30 giorni per negoziare.”

Il periodo di negoziazione quindi terminerà il 4 settembre. Nel caso in cui non dovessero trovato un accordo, si procederà all’asta. Ma a quanto pare il colloquio tra i due staff è già avvenuto e addirittura sembra che i due possano affrontarsi già il 5 ottobre al Madison Square Garden di New York City.

I due pugili, che avevano cercato di trovare un accordo per un match con Canelo Alvarez, dovranno “accontentarsi” di sfidarsi tra loro. Il kazako era alla ricerca della rivincita, ottenendo il terzo match con il messicano. Mentre il pugile ucraino già nominato sfidante ufficiale,  è stato vittima dei maldestri tentativi della Golden Boy, che sembrava intenzionata a presentare richiesta per una difesa ufficiale.

Tuttavia l’IBF, mediante il suo portavoce ha fatto sapere che l’organizzatore americano, nonostante abbia avuto il dovuto preavviso per presentare la richiesta, non ha presentato alcun documento a riguardo. Quindi scaduto il termine ultimo per l’accordo possibile ha destituito il campione in carica.

Il messicano e il suo staff sembrano essere stati penalizzati dalla sua stessa indecisione ed incapacità organizzativa. Infatti, la Golden Boy prima non è riuscita a chiudere la trattativa con Sergey Kovalev, per un improbabile incontro per il mondiale WBO dei medio-massimi, poi nei pochi giorni che la separava dalla scadenza imposta dall’IBF ha cercato invano di chiudere un accordo con Derevyanchenko.

Situazione analoga a quella che era successa proprio a Gennady Golovkin, che pur di aspettare che Canelo scontasse la squalifica per l’uso di carne alterata che lo aveva fatto trovare positivo all’antidoping, dovette rinunciare proprio alla sfida con Derevyanchenko. Con la sigla che anche allora prese la decisione di destituire il campione.

Un incontro che vede due pugili dal passato molto diversi: l’ex campione kazako dopo la sconfitta subita con Canelo, che ha messo fine al suo regno iridato durato poco meno di sette anni, cerca un ovvio riscatto, mentre Derevyanchenko prova a conquistare la sua prima cintura mondiale, dopo la sconfitta subita contro Daniel Jacobs il 27 ottobre 2018, che lo vide perdere per split decision.

Condividi su:
  • 60
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X