fbpx

Golovkin: “Il prossimo passo? Murata in Giappone, perchè no”

Gennady “GGG” Golovkin (39-1-1, 35KO) si è detto interessato a una sfida in Giappone contro Ryota Murata (15-2, 12KO), qualora dovesse uscire vincitore dal match del 5 ottobre che lo vedrà impegnato sul ring del Madison Square Garden di New York contro l’ucraino Sergiy Derevyanchenko (13-1, 10KO). In palio, il titolo IBF dei pesi medi.

GGG è consapevole del fatto che lo attende una sfida molto difficile il prossimo 5 ottobre. Tuttavia, nel caso in cui riuscisse ad avere la meglio (il picchiatore kazako resta comunque il favorito per la vittoria), si è detto disposto a combattere in Giappone contro il campione WBA “regolare”, con lo scopo di unificare le cinture.

Al cento per cento, assolutamente, sono pronto a questo – ha risposto Golovkin a chi gli chiedeva un parere a proposito di un incontro in terra nipponica contro l’idolo locale Murata – abbiamo già fatto un passo in avanti con un incontro per il titolo mondiale (contro Derevyanchenko, ndr). Non vedo l’ora di combattere contro Murata. Sono sicuro che sarà un grande match”.

Murata è molto popolare nel suo Paese e la sfida probabilmente sarebbe accolta da un pubblico foltissimo. Da tempo si discute di un possibile incontro tra il picchiatore kazako e Murata. In diverse occasioni il numero uno di Top Rank, Bob Arum, nonché co-promotore del giapponese, aveva proposto questa sfida. La sconfitta a sorpresa subita da Murata il 20 ottobre 2018 contro Rob Brant aveva spento questo interesse. Tuttavia, la rivincita disputata il 12 luglio scorso che ha visto uscire vittorioso per TKO al secondo round Murata, ha riacceso l’interesse per questo incontro.

Golovkin in questo momento ha bisogno di alternative. Il classe ’82 del Kazakistan ha optato per l’ucraino Derevyanchenko (classe 1985), dopo il rifiuto di Canelo di combattere per la terza volta contro di lui. Proprio al rosso messicano è stato tolto il titolo per il quale combatterà contro l’ucraino.

Potrebbe entrare nel novero dei prossimi avversari anche il campione WBO Andrade: il match sarebbe facile da impostare, in quanto anche quest’ultimo è sotto contratto con DAZN. Tuttavia, il kazako non ha mai mostrato interesse per sfidarlo. Vedremo quali saranno le prossime mosse del kazako, che deve anche fare i conti con la carta d’identità.

Murata intanto deve una rivincita a Brant come da obbligo contrattuale, secondo il promoter di quest’ultimo.

 

 

Condividi su:
  • 48
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X