fbpx

Davis vs Gamboa a dicembre per il WBA “regular” dei leggeri. Poi Loma?

A settembre la decisione da parte del pugile di Baltimora, Gervonta “Tank” Davis (22-0, 21 KO) di abbandonare la categoria dei pesi superpiuma e quindi il proprio titolo WBA, per passare ufficialmente alla divisione leggera.

Come si vocifereva, l’intento quello di giocarsi una chance iridata anche nelle 135 lb visto che la cintura “regular” WBA in questa classe di peso al momento è vacante. Incontro che gli tornerebbe molto utile come trampoliono di lancio verso una probabile sfida contro il fuoriclasse ucraino Vasiliy “Hi-Tech” Lomachenko (14-1-0, 10 KO) detentore del titolo “super” di sigla e da lui a lungo desiderata.

L’ente sanzionatorio ha posizionato di diritto il 24enne al primo posto del ranking leggero al tempo e adesso pare che lo statunitense abbia ottenuto l’opportunità che voleva. Difatti, come previsto, si contenderà il titolo contro il secondo in classifica ossia il 37enne cubano Yuriorkis “El Ciclon de Guantanamo” Gamboa (30-2-0, 18 KO).

Al momento quel che è certo è che l’incontro andrà in scena il 28 dicembre e sarà uno degli eventi principali di un tripleheader nella stessa notte che verà trasmesso da Showtime, in pay-per-view o no questo ancora non si sa. Quel che ancora non è certa è anche la sede dell’evento. Si parla di “State Farm Arena” di Atlanta, ma ancora è tutto da finalizzare.

Per Davis si tratterà del terzo incontro quest’anno. Le due sfide precedenti sono finite, come la maggior parte dei suoi match del resto, in maniera piuttosto rapida entro i primissimi round: a febbraio è toccato al messicano Hugo “Cuatito” Ruiz (39-5-0, 33 KO), che sostituì Abner Mares (31-3-1, 15 KO) per via della sua retina distaccata, finire al tappeto alla prima ripresa e poi a luglio al panamense Ricardo “El Cientifico” Nunez (21-3-0, 19 KO) cadere alla seconda.

Per Gamboa invece sarà il secondo incontro. Anch’egli a luglio, nella stessa riunione della sfida di Gervonta alla Royal Farms Arena di Baltimora tra l’altro, ha vinto in maniera rapida fermando il portoricano Roman “Rocky” Martinez (30-4-3, 18 KO) nel secondo round.

Dunque adesso sarà interessante vedere chi dei due avrà la meglio. Certo è che l’età è tutta dalla parte di Davis, ma il ring ci insegna che non è mai detta l’ultima parola. Quindi solo lui potrà darci la risposta. Il vincitore di questo incontro poi dovrebbe diventare lo sfidante ufficiale del campione ucraino e poi lì… sarà tutta un’altra storia.

Condividi su:
  • 174
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X