fbpx

Davis si consegna alla polizia e viene arrestato per violenza domestica

Gervonta Davis è stato arrestato dalla Polizia di Coral Gables, dopo l’aggressione pubblica di sabato.

Lo scorso 1 febbraio l’ex campione dei pesi superpiuma e neo campione WBA regular dei leggeri, ha preso parte come spettatore ad una partita di basket a scopo benefico a Miami, mentre era in città in occasione del weekend del Super Bowl. In quella circostanza qualcuno lo ha filmato nel momento in cui strattonava via con forza una donna seduta, prendendola per il collo della giacca. La ragazza si è scoperto essere l’ex-fidanzata e anche madre di suo figlio. A quanto pare poi i due sono stati scortati fuori dagli agenti di sicurezza del posto mentre continuavano a discutere animatamente.

Quattordici secondi di ripresa che sono diventati virali in un attimo. Dopo la pubblicazione del video, che già aveva raggiunto milioni di riproduzioni sui social, Gervonta Davis ha risposto con un post sul suo profilo instagram che ha successivamente eliminato: “Non l’ho mai colpita una volta, sì sono stato aggressivo e le ho detto di venire con me… ma è la madre di mio figlio e non le farei mai del male… Gennaio è stato da dimenticare”.

Nella giornata di martedì, il Tank di Baltimora si è però poi presentato spontaneamente alla Coral Gables Police che ne frattempo aveva aperto un’inchiesta: “Come risultato dell’indagine partita dopo le segnalazioni giunte attraverso i social e quella della stessa vittima, il 1° febbraio 2020, è stato rilevato che Davis ha percosso la sua ex fidanzata, con cui ha avuto un figlio. Davis si è consegnato agli ispettori di polizia di Coral Gables assegnati al caso”, ha citato il comunicato.

Davis che non è nuovo a “incidenti” fuori dal ring, almeno tre gli episodi di violenza negli ultimi anni e di convolgimenti in delle risse, questa volta si è arreso alla polizia che lo ha dunque arrestato con l’accusa di aggressione e violenza domestica e trasportato al Turner Guilford Knight Correctional Center.

Il promoter di Davis Leonard Ellerbe della Mayweather Promotions ha preferito non dare spiegazioni, così come il portavoce di Premier Boxing Champions, Tim Smith che gestisce il campione: “Sembra che sia una questione legale. Non commentiamo questioni legali”.

Condividi su:
  • 239
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X