fbpx

Gassiev contro Forrest per il debutto nei massimi. Nella stessa serata Parker vs Winters

Murat Gassiev (26-1, 19KO) farà finalmente il suo debutto tra i pesi massimi dopo il rinvio di questa estate. Il 29 febbraio al The Ford Center at The Star di Frisco in Texas, affronterà Jerry Forrest (26-3, 20KO) in un incontro sulla distanza delle dieci riprese. Il match farà parte del sottoclou che porterà al main event della serata, ovvero, la sfida al limite dei pesi welter tra Mikey Garcia (39-1, 30KO) e Jessie Vargas (29-2-2, 11KO). L’intero evento sarà trasmesso su DAZN.

Gassiev farà il suo ritorno sul ring dopo più di un anno e mezzo di assenza dalla sua ultima apparizione: l’ultimo incontro disputato, infatti, risale al 21 luglio 2018, quando venne sconfitto per la prima volta in carriera dall’ucraino Oleksand Usyk (17-0, 13KO), che si aggiudicò l’incontro, valevole per la riunificazione delle cinture WBA, WBO, WBC e IBF dei cruiser, ai punti con decisione unanime. Il classe 1993 russo è stato poi costretto a stare lontano dal quadrato a causa di un infortunio occorso alla spalla. L’ex campione del mondo dei pesi cruiser difatti avrebbe dovuto esordire nella classe regina il 27 luglio contro Joey Dawejko ma tale inconveniente ha scombinato i suoi piani. Si vociferava inoltre di un rinvio del match al 12 ottobre a Chicago, ma i suoi problemi fisici si sono protratti più del dovuto. Fino ad arrivare ad oggi.

Tra gli altri match presenti nel sottoclou, c’è da segnalare anche quello che vedrà opposti Joseph Parker (26-2, 20KO) e Shawndell Winters (13-2, 12KO). L’ex campione WBO non sale sul ring dal 29 giugno scorso, ovvero, dalla vittoria ottenuta per tko contro Alex Leapai. Eddie Hearn è riuscito a mettere in piedi questo match in poco meno di un mese. Winters, classe 1980, si è messo in luce lo scorso settembre in occasione della vittoria conquistata per tko contro il 27enne ucraino, Oleksandr Teslenko (16-1, 12KO), che fino a quel momento si era fatto notare per il pugno pesante, come dimostra il suo score. Certamente non stiamo parlando di un pugile fenomenale, ma si tratta comunque di un buon test per Parker che, dopo la sconfitte subite contro Joshua e Whyte, vuole provare a riottenere la possibilità di combattere per un titolo mondiale. La sua speranza sarebbe quella di affrontare Oleksandr Usyk per il titolo vacante, qualora Joshua lasciasse la cintura.

 

 

 

Condividi su:
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X