fbpx

Fury: “Non mi faccio da parte solo perchè Wilder è terrorizzato dal Gipsy King!”

Negli ultimi mesi si è fatto un gran parlare di una rivincita, fissata per l’anno venturo, tra il campione del mondo WBC dei pesi massimi Deontay Wilder (41-0, 40 KO) e il contendente n° 2 del ranking Tyson Fury (28-0-1, 21 KO). Sono stati i diretti interessati stessi ad annunciare qualche tempo fa di aver trovato già un accordo e addirittura di aver pianificato una data: il 28 febbraio 2020.

Entrambi nel mezzo hanno in programma di affrontare prima altri due avversari, Luis Ortiz (31-1-0, 26 KO) per uno il 23 novembre e Otto Wallin (20-0, 13 KO) per l’altro il 14 settembre, per poi dirigersi insieme al loro secondo atto che seguirà il primo dal verdetto un po’ controverso dell’1 dicembre dello scorso anno allo Staples Center di Los Angeles.

Nonostante tutto ciò, negli ultimi giorni il Bronze Bomber ha invece dichiarato qualcosa di nuovo, ossia di voler guardare alla riunificazione con il vincitore della sfida tra Andy Ruiz (33,1-0, 22 KO) e Anthony Joshua (22-1-0, 21 KO) per le cinture WBA, WBO ed IBF, e dunque l’indiscussione, prima di riaffrontare il Gipsy King.

“Fury dovrebbe farsi da parte per permettermi di combattere per la riunificazione delle cinture. Una volta fatto questo, può sfidarmi. Io ho rianimato la sua carriera, ora se dovesse concretizzarsi questa opportunità per me, dovrebbe farlo”.

Wilder: “Fury fatti da parte, voglio le cinture”

Ma il ragazzone britannico non ci sta a rinunciare adesso al rematch e crede che tutto questo si avvenuto solo perchè Wilder teme di rincontrarlo.

“Deontay ‘Bronze Bollocks’ Wilder è un barbone e sa di esserlo! Sento tutta questa roba sul fatto che vorrebbe che io faccia un passo indietro. Ma metto da parte cosa? È terrorizzato dal re degli zingari! Non riusciva a batterlo quando lo ha affrontato dopo esser stato tre anni fuori dal ring con alcol e droghe, come farebbe a batterlo ora che si allena costantemente da tanto?”, ha dichiarato a CBS Sports.

“E poi dipende da quanto vogliono pagarmi se non mi faccio da parte. Non è proprio così che funziona, è un lavoro molto costoso se lo vogliono! Non mi interessa davvero quello che dice Wilder. Non mi interessa quello che dice lui o questi straccioni del pugilato. Non mi interessa davvero. Sono solo parole. Possono volermi fo****e, possono odiarmi o voler uscire con me, in fin dei conti tutti vogliono tutti essere me!”.

Condividi su:
  • 152
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 commento

  • Carlo

    Che faccia tosta Fury…. Gli ultimi 2 avversari sono letteralmente scandalosi.
    Mi piacerebbe sapere cosa pensano gli appassionati di boxe del suo percorso….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X