fbpx

Fury: “Wilder, poi Joshua e Whyte: dopo 2000 giorni gli darò io la sua chance!”

Manca poco più di un mese alla sua rivincita mondiale contro il campione WBC Deontay Wilder e il contendente britannico dei pesi massimi Tyson Fury inizia già a pianificare il proprio futuro.

Dopo il pareggio ottenuto nel 2018 sul ring della T-Mobile Arena, il Gipsy King il 22 febbraio ci riproverà all’MGM Grand di Las Vegas. Dopodiché qualcuno parla, indipendentemente dal risultato, di una trilogia. Si dice infatti che ci sia una clausaola al riguardo nel contratto siglato tra i due per questo re-match.

Tuttavia le parole di Fury lasciano trasparire invece altro: “Mi aspetto Wilder, Joshua e Dillian Whyte. Poi sono fuori”, ha dichiarato a IFL TV.

Ovviamente il re gitano confida nella sua vittoria questa volta e quindi il passo successivo più logico per lui sarebbe in primis quello verso la riunificazione delle cinture contro il suo connazionale Anthony Joshua, che detiene le cinture WBA, WBO, IBF e IBO di categoria. Poi quello di dare una chance anche al campione “ad interim” WBC Dillian Whyte, che attende la sua opportunità iridata ormai da tempi immemori.

“È lo sfidante ufficiale al titolo non so da quanti giorni (2000 giorni?) e non ha avuto ancora un colpo al titolo mondiale. Quindi, quando avrò battuto Wilder, gli darò la sua chance.

Merita un colpo. È un contendente in alto nelle classifiche ma che non ha avuto un’opportunità per il mondiale. A me sembra che l’abbiano avuta tutti gli altri, tranne che lui. Quindi, quando batterò Wilder, gli darò una possibilità, sarà sicuramente per una difesa. Sarà uno dei miei ultimi tre. Joshua e Whyte, fatto.

Penso che sia un buon combattente. Un buon pugile, un buon picchiatore, ha grinta e determinazione, può toccare il tappeto e vincere gli incontri. Penso che sia solo una di quelle persone che non ha avuto la fortuna che tutti gli altri hanno avuto. Penso che otterrà il suo colpo. Ha solo 31-32 anni, la mia stessa età, giovane per un peso massimo. Sta venendo fuori da un po’ di inattività, di circa sei mesi, quindi deve tornare sul ring e rimettersi in forma intanto”.

Whyte è il numero uno nel ranking WBC dal 2018, e forse nel 2021 finalmente riuscirà ad ottenere la sua chance contro il campione in carica, che si tratti di Fury o no, poichè l’ente ha ordinato al vincitore della sfida tra Wilder-Fury, di difendere obbligatoriamente il titolo entro febbraio dell’anno prossimo.

Condividi su:
  • 65
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X