fbpx

Tyson Fury: “Metterò Joshua KO in due o tre round!”

Benché il grande derby britannico di riunificazione dei pesi massimi tra il “Gipsy King” Tyson Fury e il suo connazionale Anthony “AJ” Joshua non sia ancora all’orizzonte e non avverrà verosimilmente prima del 2021, entrambi i pugili non perdono occasione di parlarne e di condividere con i media le proprie audaci previsioni su quello che sarebbe l’esito finale.

Tyson Fury in particolare non si limita a promettere la sua vittoria, ma si spinge addirittura ad affermare che la otterrebbe con estrema facilità in un match molto breve. Queste le sue considerazioni rilasciate mentre era ospite del Redknapp’s Home Fixture su Sky Sports:

“Lo stile di AJ è fatto apposta per esaltare il mio: è rigido sul tronco, abituato a venire in avanti e con un’impostazione difensiva classica. Ha forza fisica ed è potente, ma non ha gioco di gambe, tiene poco i colpi e gli mancano gli attributi quando la situazione si fa complicata. Lo metterò KO in due o tre round. Dopo il primo colpo che metterò a segno le sue gambe inizieranno a ballare. Gli salterò addosso proprio come ha fatto quel ragazzo grasso (Andy Ruiz, NDR). Devo dirvi quale sarà il colpo decisivo? Un gancio sinistro alla tempia: lo vedrete esibirsi in una danza di Bambi per tutto il quadrato.

Quello che dice Eddie Hearn è aria fritta, come al solito. Mi sto proponendo per affrontare Joshua da un bel pezzo. Sono cinque anni che cerco di far andare in porto questo match e non è successo. Ovviamente, essendo Eddie il promoter di Joshua, dovrà parlare col mio team per organizzare l’incontro, dare ai fan ciò che vogliono e smetterla di scappare da quello che sarebbe il più grande match da quando Lennox [Lewis] affrontò Frank Bruno. Scendi in campo e preparati a essere schiacciato, figliolo”.

Non è la prima volta che Fury si lascia andare a pronostici del genere. Chi ha seguito la campagna promozionale della sua rivincita con Deontay Wilder infatti ricorderà sicuramente che anche in quell’occasione il Gipsy King promise un KO alla seconda ripresa suscitando l’incredulità generale. Non riuscì poi a far avverare la sua profezia alla lettera, ma pur impiegando qualche round in più lasciò il mondo a bocca aperta per essere riuscito a mettere fuori combattimento il picchiatore americano sgretolandolo con una tattica spiccatamente offensiva.

Ripetere l’esperimento contro Anthony Joshua in quella che sarebbe una storica sfida di riunificazione totale delle cinture WBC, WBA, IBF e WBO della categoria regina potrebbe rivelarsi più insidioso, vista la maggiore imprevedibilità del peso massimo inglese di radici nigeriane rispetto al monotematico Wilder, ma a quanto pare è ferma convinzione di Fury e del suo team che l’impresa sia a portata di mano. Prima che il derby multimilionario possa andare in porto tuttavia i due giganti d’oltremanica dovranno sbrigare i rispettivi impegni già programmati: AJ dovrà vedersela con il bulgaro Kubrat Pulev mentre Fury dovrà concedere da clausola contrattuale la terza sfida a Wilder.

Condividi su:
  • 870
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X