fbpx

Fury vs Wilder: “Lo vedo andar giù con un diretto sinistro al naso!”

Tyson Fury è sempre più convinto di riuscire a battere Deontay Wilder questa volta.

La rivincita del 22 febbraio tra i due è ormai ad un passo e all’MGM Grand di Las Vegas il Gipsy King è certo di trovar il riscatto dopo il controverso pareggio del dicembre 2018 e soprattutto di raggiungere la gloria, strappando dopo 5 anni la cintura WBC dei pesi massimi ben salda alla vita del pericoloso campione di Tuscaloosa:

“Penso che questa rivincita sarà un incontro completamente diverso. Sarò alla ricerca di un knockout dalla prima campana, e sono sicuro che sarà così anche per lui. Penso che sarà una sfida più veloce di quanto non fosse stata prima. E non credo che durerà a lungo. Voglio solo vendicarmi un po’ prima, fargli baciare il tappeto un paio di volte.

Il mondo intero si sintonizzerà per guardare me e Deontay sfidarci. E io non voglio lasciare nulla di intentato, dopo questa sfida non ci saranno dei ‘se’ perchè sapremo di aver fatto tutto il possibile. Non ci sarà altro da fare”, sono state le sue parole.

Fury continua dunque anche a ribadire che la sua vittoria arriverebbe prima del limite oltre che molto in fretta contro il Bronze Bomber. Tuttavia parte del pubblico è scettico al riguardo poichè nel primo incontro, pur mettendo dei buoni jab non ha avuto abbastanza potenza per buttar giù Wilder. Questa volta però, il contendente britannico dice di aver lavorato proprio su questo:

“Non dico nulla al riguardo. Ho ottenuto 20 vittorie per knockout su 29. Chiunque può andar giù. Siamo semplicemente esseri umani. Senza dubbio lo batterò: se il combattimento durerà 12 riprese, avrò vinto comunque ogni round. Se non durerà 12 round, allora l’avrò messo al tappeto. Quindi in entrambi i casi, mi vedo vincere. Non ci sarà nessuna disfatta.

Se è presto, l’avrò steso. Se è tardi, avrò vinto ai punti. Ad ogni modo, lo prenderò. Lo vedo adar giù con un jab, un diretto sinistro. Penso di aver messo giù Schwarz con quel jab, e molti altri anche in palestra. Quindi questo è il colpo che cercherò, nocche verso il basso, e diretto sinistro al naso”.

A suo dire la preparazione per questa rivincita è stata impeccabile e contribuirà ad essere l’arma vincente in questa sfida: “Non sto bevendo coca cola e non prendo un centinaio di caffè al giorno. La sto prendendo quanto più seriamente possibile. Non potrei prepararmi meglio di quanto non stia già facendo.

Vado a letto presto e mi sveglio presto. Sto mangiando i cibi giusti, bevendo tonnellate di acqua e qualche vitamina. Ho gli sparring partner giusti. Ho l’allenatore. Tutto è come dovrebbe essere. Non riesco a ricordare di aver avuto un altro match dove tutto stava andando così bene”.

 

 

Condividi su:
  • 355
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X