fbpx

Fury: “La mia vita è come un lockdown sempre. A volte siamo travolti dal successo”

Il lockdown causato dalla necessità di contenere la pandemia da coronavirus e trovarne rimedio, non ha cambiato troppo la vita di Tyson Fury, ed anzi per certi versi a suo dire ne ha migliorato gli aspetti.

Il neo campione mondiale WBC dei pesi massimi difatti ha dichiarato in un’intervista recente a skysports.com, che le restrizioni del momento non pesano sulla sua psiche poichè la boxe l’ha forgiato da questo punto di vista e il dovere trascorrere più giorni con la sua famiglia solo un beneficio, specialmente adesso che dopo la vittoria su Deontay Wilder i media lo avrebbero travolto: “La mia vita è comunque come un lockdown sempre, che ci sia o meno questo blocco.

Intervista qui, intervista lì e non avrei avuto tempo di stare con la mia famiglia, così questa volta per me, anche se è stato un momento negativo, sono riuscito a coglierne anche parecchi aspetti positivi. Talvolta veniamo coinvolti dalla corsa al successo e travolti nella vita. Non ci prendiamo davvero del tempo per apprezzare le cose che siamo fortunati a fare quotidianamente, come uscire e vagare, essere liberi e fare quello che vogliamo fare.

Tutto quel genere di cose le diamo per scontate e siamo sempre in una mentalità in cui vogliamo sempre di più. Non ci fermiamo mai, non ci prendiamo un minuto per guardarci intorno ed essere grati per quello che abbiamo. Sono anni che batto su questo tasto, sull’importanza di essere grati per quello che abbiamo, per le piccole cose nella vita”.

Fury lo sa bene. La sua battaglia contro la depressione di cui dice: “Non andrà mai via” gli ha insegnato a non dar più nulla per scontato nella vita, e adesso che ha imparato a gestirla, ama mettersi a disposizione del prossimo e aiutare gli altri nei momenti difficili, così anche questo particolare momento: “Ho fatto qualcosa nel mio piccolo, come girare per la zona chiedendo alle persone se avessero bisogno di qualsiasi cosa. É un momento di bisogno, siamo tutti uniti e stiamo mostrando che c’è un sacco di amore e cura uno degli altri là fuori. Mi piacerebbe pensarlo. Mi piacerebbe pensare che non torneremo a come eravamo prima. Mi piacerebbe pensare che torneremo e staremo meglio di prima.”

 

 

 

Condividi su:
  • 522
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X