fbpx

Fury pensa al ritiro dopo Whyte

Sugarhill Steward, l’allenatore del campione del mondo WBC dei pesi massimi, Tyson Fury, non ha idea se il campione inglese voglia continuare la sua carriera dopo aver ottemperato alla difesa obbligatoria contro Dillian Whyte.

Il match tra i due pesi massimi inglese avrà luogo il 23 aprile allo stadio di Wembley. I media inglesi prevedono ben 100 mila spettatori per la sfida tra Fury e Whyte, che si preannuncia tra le più seguite degli ultimi anni.

Fury ha sempre vissuto degli alti e bassi emozionali che lo hanno portato spesso a valutare l’idea di abbandonare il ring.

Questa non è la prima volta in cui Fury prende la scelta di allontanarsi dal ring. Era successo dopo la vittoria contro Wladimir Klitschko nel 2015. Dopo quel match, vinto ai punti e divenuto campione del mondo dei pesi massimi, mettendo fine al regno egemonico dell’ucraino, decise di allontarsi dalla boxe. Prese peso, si diede agli eccessi, poi nel 2018, inimmaginabile ritorno sul ring.

Prima il pareggio con Wilder, tornando dal regno dei morti dopo un KD al dodicesimo round, poi le due vittorie su Wilder che lo hanno incoronato campione WBC dei pesi massimi.

Adesso torna quello spettro, lo stesso Steward ha dichiarato a BT Sport: “Qualunque cosa io possa dire in questo momento, non servirebbe a niente. Lui ha queste idee in testa, ma tutti nel mondo cambiano idea, quindi dipende solo da quanto desideri cambiare la tua vita.”

Al momento Fury è favorito per la sfida contro Dillian Whyte. Nel suo ultimo incontro, Fury ha vinto prima del limite contro lo statunitense Deontay Wilder, l’inglese si è imposto all’undicesima ripresa con un KO devastante che ha posto fine alla trilogia tra i due.

Se dovesse vincere a fine mese, Fury sarà prossimo alla riunificazione dei titoli. Infatti si paventa una riunificazione dei titoli con il vincente della nuova sfida tra Oleksandr Usyk, attuale campione IBF, IBO, WBA e WBO, e l’ex campione Anthony Joshua.

Whyte è stato fuori dal ring dal marzo 2021, quando ha vinto contro Alexander Povetkin, dove il russo ha ceduto nel corso della quarta ripresa. Adesso dopo tantissimo tempo, sono circa 3 anni che il pugile inglese aspetta la sua chance titolata, avrà la sua opportunità.

In virtù di questa sfida che nasconde delle insidie, Steward ha dichiarato: “Bisogna stare attenti, questa è la divisione dei pesi massimi, la categoria più eccitante e pericolosa della boxe. Ogni atleta ha una possibilità, ecco perché è una delle grandi divisioni. Sono tutti atleti enormi fisicamente superano tutti le 200 libbre.”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X