fbpx

Fury: “Tutto bene, 50 Punti”. Ma Warren: “Wilder potrebbe slittare”

Frank Warren, il principale promoter di Tyson Fury, ammette che la possibile rivincita con il campione dei pesi massimi WBC Deontay Wilder potrebbe essere ritardata a causa dei due gravi tagli subiti durante la sfida di sabato con Otto Wallin a Las Vegas.

Il sinistro inferto dallo svedese nel terzo round, ha seriamente ferito Fury lasciandolo parzialmente cieco durante il resto dell’incontro si per il gonfiore della palpebra sia per il sangue che segnava il lato destro del suo viso. Per il resto dei nove round ha dovuto combattere in queste condizioni. Subito dopo la sfida è stato poi portato al Centro Medico dell’Università del Sud del Nevada dove è stato sottoposto immediatamente alle cure.

La rivincita tra Fury e Wilder è prevista per febbraio 2020, ma Warren afferma che la data dipenderà dal tempo di guarigione del pugile inglese e che potrebbe anche slittare.

Se la ferita non guarisce bene ed in fretta, potrebbe essere necessario spostare la sfida. Speriamo che non sia così. Dipende da come si ristabilirà, se va bene non sarà un problema. Sappiamo benissimo che non si tratta solo del match, ma dell’allenamento e dello sparring che questa ferita condizionerà. E per Wilder dobbiamo per forza essere al cento per cento”, ha dichiarato a BBC Sport.

Fury con questa performance puntava a catturare e conquistare ancor di più il pubblico americano proprio in vista del rematch con il “Bronze Bomber”, che a fine match nonostante il suo viso in questo modo ha chiamato lo stesso a gran voce.

“Il taglio ha ostacolato la sua esibizione, ma alla fine ha prevalso. Ha subito un micro-intervento chirurgico sui tagli, che erano uno sopra l’occhio e uno sulla palpebra. Wallin ha dimostrato dal canto suo molto cuore”, ha aggiunto Warren.

“È stata una bella battaglia. Ne sono felice”, ha comunque sottolineato Fury che ha poi aggiunto in merito alla ferita: “Sto in maniera fantastica, hanno fatto un lavoro incredibile. Ho rimediato cinquanta punti”.

 

Condividi su:
  • 147
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X