fbpx

Froch: “Joshua ha tutte le carte in regola per battere Usyk nel rematch!”

Con il 2021 ormai agli sgoccioli gli appassionati di pugilato e gli addetti ai lavori sono già proiettati con l’immaginazione sui grandi appuntamenti che avranno luogo il prossimo anno tra le sedici corde. Particolarmente affascinante è lo scenario che si prefigura nella categoria regina, con Tyson Fury alla ricerca di uno sfidante ed Anthony Joshua e Oleksandr Usyk pronti a giocarsi una posta in palio enorme nel loro rematch. Proprio la rivincita tra AJ e il fuoriclasse ucraino è stata oggetto delle ultime dichiarazioni dell’ex campione del mondo dei supermedi Carl Froch, persuaso che il suo connazionale disponga delle armi necessarie per riprendersi le cinture perse a settembre.

Parlando a Sky Sports, Froch ha affermato:

“Penso che Anthony Joshua abbia bisogno di rispolverare lo stesso stile esplosivo e lo stesso istinto selvaggio che mostrò in quella vittoria contro Wladimir Klitschko. È più grosso e più forte, con più altezza e più allungo di Oleksandr Usyk. Ha tutte le qualità fisiche necessarie per vincere il combattimento. Deve ritrovare quel fuoco che gli ha garantito diverse vittorie travolgenti nella prima parte della sua carriera. È abbastanza grosso e abbastanza potente per battere chiunque, specialmente Usyk che è molto più piccolo di lui”.

Froch si è poi soffermato sulle tante voci di un cambio di allenatore da parte di Joshua, che negli ultimi mesi ha visitato diverse palestre prestigiose in giro per il mondo dando vita a svariati pettegolezzi sulla sua presunta volontà di abbandonare lo storico trainer Rob McCracken. Il Cobra di Nottingham, che pure è stato seguito da McCracken nel corso della sua carriera, ritiene che licenziarlo sarebbe un grosso errore:

“AJ ha parlato dell’idea di aggiungere nuovi allenatori al suo team, ma io penso che dovrebbe semplicemente rimanere con Rob McCracken e al contrario snellire la sua squadra. Ciò ha funzionato con me, ho lavorato con Rob per tutta la mia carriera, ma io non sono Anthony Joshua. Io ero meticoloso, pensavo a un sacco di cose, ma riponevo tanta fiducia nel mio allenatore. La mia fiducia nel mio coach era indiscutibile”.

Sarà interessante vedere quale strategia verrà scelta da parte di Anthony Joshua per provare a sovvertire l’esito della prima sfida. Una prima risposta potrebbe arrivare il giorno della pesatura: molti consigliano infatti all’inglese di incrementare la massa fisica per provare a travolgere il rivale con una condotta molto aggressiva. In occasione della sfida di settembre AJ aveva infatti fatto registrare un peso relativamente basso, per poi boxare in linea accettando il terreno preferito del rivale e rivelandosi inferiore nel confronto tecnico. D’altro canto un tonnellaggio più elevato potrebbe incidere negativamente sulle capacità aerobiche dell’inglese, che rischierebbe di finire la benzina troppo presto al cospetto del workrate incessante di Usyk. Ancora qualche mese di attesa e poi avremo tutte le risposte e scopriremo se le previsioni di Carl Froch si riveleranno corrette.

Hearn: “Joshua non cambierà allenatore”. Whyte: “Il suo problema è con se stesso!”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

  • Pier Paolo Gangemi

    Pronostico un Joshua travolgente nella sua rivincita con Usyk, per poi perdere contro Fury la resa dei conti finale per avere un campione unico dei massimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X