fbpx

Fabio Turchi sfida Richard Riakporhe per una chance mondiale

Dopo l’opportunità capitata a Mohammed Obbadi, un altro italiano coinvolto in una semifinale mondiale IBF. Questa volta è il turno del figlio d’arte, Fabio Turchi. Il massimo leggero fiorentino affronterà il cruiser inglese Richard Riakporhe il prossimo 26 marzo nella Wembley Arena di Londra.

Il vincitore avrà l’opportunità di sfidare il campione IBF in carica Mairis Briedis. Il pugile lettone, che più volte ha ospitato Fabio Turchi come suo sparring partner, difenderà il suo titolo di sigla contro il pugile australiano Jai Opetaia il prossimo 6 aprile.

Turchi, che ha combattuto solo due volte in questo 2021, prima difendendo la sua unione europea contro il francese Dylan Bregeon e poi vincendo per TKO alla prima ripresa contro Vukasin Obradovic. Il fiorentino che da tempo nominato sfidante ufficiale del titolo europeo dei pesi cruiser, ma la sfida titolata ha subito numerosi slittamenti.

Chris Billam Smith, attuale campione europeo, ha preferito svolgere una difesa volontaria contro il modesto francese Dylan Bregeon lo scorso novembre. Adesso sta tergiversando con le trattative per la difesa obbligatoria, così OPI e Matchroom hanno trovato un alternativa di livello per il pugile italiano.

A dividere il ring con il nostra portacolori sarà l’inglese Richard Riakporhe. Il 32 londinese ha al suo attivo 13 incontri da professionista, ancora imbattuto, conta nel suo palmares 9 KO. Dopo un anno di stop nel 2020, nel 2021 ha disputato due incontri, uno dei quali è stata una vittoria per TKO contro Olanrewaju Durodola, in appena cinque round.  Il pugile inglese, nel 2019 ha sconfitto prima Tommy McCarthy, in appena quattro riprese, e si ha trionfato ai punti contro Chris Billam Smith.

Un match molto duro e competitivo nel quale Turchi dovrà sicuramente stare attento al colpo mortifero del pugile inglese. Un match insidioso che potrebbe aprire le porte al talento fiorentino e la grandissima possibilità di combattere per un titolo mondiale.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X