fbpx

Un nuovo Holyfield sui palcoscenici mondiali: Evan Jr diventa Pro

Un nuovo Holyfield cercherà di calcare i palcoscenici mondiali.
Ieri davanti ad una folta schiera di parenti, amici ed anche fan, il giovane Eleazar Evan Holyfield, figlio del leggendario ex campione dei pesi massimi Evander, ha annunciato
presso la Fighter Nation Boxing Gym di Houston, in Texas, il nuovo accordo promozionale con la Main Event. Il ventunenne dopo aver vagliato le proposte di diversi enti promozionali ha deciso di firmare con la società che ha lanciato la storica carriera di suo padre.

Per oltre 40 anni la Main Events ha supportato e cresciuto alcune delle più grandi star del pugilato mondiale. Oltre Holyfield ha promosso: Pernell Whitaker, Lennox Lewis, Arturo Gatti, Meldrick Taylor e molti altri. E continua a promuoverne ancora tanti del panorama attuale tra cui ad esempio il campione WBO dei mediomassimi Sergey “Krusher” Kovalev.
“Dal momento in cui mi hanno fatto conoscere Evan, sono rimasta colpita dalla sua maturità, dal suo atletismo e dalla sua passione”, ha osservato Kathy Duva, amminitratrice delegata di Main Events. “Sono entusiasta e onorata che lui e il suo team abbiano affidato la sua carriera ai noi. Il nostro obiettivo sarà far funzionare il tutto affinchè possa raggiungere la vetta della classifica e aspirare ad un titolo mondiale”.

Evan è un pugile dal peso superwelter che ha accumulato oltre 80 match nella carriera da dilettante e che ha fatto parte della squadra nazionale americana. Un picchiatore dalla velocità fulminea e dalla incisiva potenza.

“È davvero un sogno questo per me che diventa realtà. Combatto da più di 10 anni, una  cosa che amo fare, un lavoro che non pesa quando si tratta di qualcosa che piace fare davvero. La vita è sempre migliore quando hai un sogno per cui puoi lottare e lavorare ogni giorno. Sono ansioso ed emozionato di iniziare, non vedo l’ora di cominciare questo prossimo capitolo della mia carriera e della mia vita”, ha dichiarato Evan.

A seguirlo in questa avventura, oltre suo padre, il suo allenatore e manager Maurice “Termite” Watkins, l’ex campione leggero texano che dopo la sua la carriera da pugile ha intrapreso quella dell’isegnamento, prima per la squadra irachena di boxe olimpica mentre prestava servizio a Baghdad, e che adesso gestisce la Fighter Nation Boxing Gym di Houston.
“Evan è molto affamato e non vede l’ora di farsi il proprio di nome sul ring. Abbiamo riunito una grande squadra per aiutarlo a raggiungere questo obiettivo: ha Main Event, che ha portato Evander in cima, ha me che ho avuto più di 65 match e tanta esperienza, ha uno dei migliori posti al mondo in cui allenarsi e ha Tim Hallmark, a mio avviso uno dei migliori preparatori che ha collaborato anche con il padre nel corso della sua carriera. Evan ha tutto: sa boxare, ha i colpi nelle mani, è molto sfuggente sul ring e ha un tempismo incredibile. Tutto questo risulta una combinazione vincente e abbiamo intenzione di andare fino in fondo. Siamo pronti a combattere!”, le parole di Watkins.

Condividi su:
  • 253
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X