fbpx

Spence: “Non ho bisogno di messe a punto: sono uno squalo”

Il campione WBC e IBF dei pesi welter, Errol Spence Jr (26-0, 21KO), non vede l’ora di tornare sul ring e confrontarsi con i migliori pugili della divisione. Il classe 1990 nativo di Long Island, New York, ha combattuto l’ultima volta il 28 settembre 2019, allo Staples Center di Los Angelse, in California, in occasione della riunificazione dei titoli WBC e IBF contro l’allora detentore della cintura WBC, Shawn Porter, sconfitto ai punti per split decision.

Spence aveva in programma di affrontare Danny Garcia (36-2, 21KO), ma un mese dopo la vittoria ottenuta contro Porter è stato vittima di un grave incidente d’auto, che ne ha fatto tardare il ritorno sul quadrato, prima dell’avvento del Covid-19 che ha sospeso tutte le attività sportive, rimandando di conseguenza anche quei match che erano già stati programmati. Spence ha fatto sapere di non volersi risparmiare, pretendendo di tornare a combattere contro i più grandi nomi della categoria dei pesi welter.

Se Spence avesse la possibilità di programmare i suoi prossimi tre combattimenti non avrebbe dubbi: prima di puntare alla riunificazione con il campione WBA Manny Pacquiao (62-72, 39KO) affronterebbe Danny Garcia e, per finire, darebbe poi l’assalto al titolo WBO detenuto da Terence Crawford (36-0, 27KO).

“Non ho bisogno di nessuna messa a punto. Sono uno squalo, quindi possono mettermi già ‘tra le acque’ profonde, quelle a cui appartengo. Non voglio essere messo in una piscina, ma nel mio habitat naturale. Ho già detto ad Al Haymon che posso battermi con i migliori pugili della divisione – ha dichiarato Errol Spence – Sono impaziente di tornare a lavoro. Ci sono un sacco di pessimisti, persone che pensano che non tornerò ad essere quello di una volta. Ma invece tornerò anche meglio di prima.

I miei obiettivi sono Danny Garcia, Manny Pacquiao e Terence Crawford. Non voglio lasciare la divisione dei welter senza aver battuto quest’ultimo. Riguardo l’incidente grave che ho subito, posso dire che per me ha avuto l’effetto di un avvertimento. Prima davo le cose per scontate. Avrebbe potuto essere fatale“.

 

 

Condividi su:
  • 136
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X