fbpx

Eddy Reynoso amplia il suo team: Andy Ruiz è ufficialmente a bordo!

Martedì 5 maggio, proprio in occasione della celebre festività messicana, è stato reso l’annuncio che Andy “The Destroyer” Ruiz Jr (33-2, 22KO), ex campione mondiale dei pesi massimi nonché primo pugile di origini messicane a salire sul tetto del mondo della categoria regina, sarà allenato da Eddy Reynoso, già eletto trainer dell’anno nel 2019. L’annuncio è stato fatto sulla pagina Instagram di Reynoso, unito ad una didascalia di Ruiz: “Benvenuto nel team, Andy! Facciamolo bene!“.

Ruiz, classe 1989, sta cercando di recuperare terreno dopo la sconfitta subita lo scorso dicembre nel rematch con Anthony Joshua. Ad inzio anno ha preso la decisione di interrompere il suo sodalizio con Manny Robles. Nel match andato in scena il 7 dicembre in Arabia Saudita, il Destroyer è apparso spento e appesantito: si è presentato infatti sul ring con un peso di 283,7 libbre, mentre nel match disputato il 1 giugno al Madison square Garden di New York, che gli ha sconvolto la carriera arrivando in una notte a conquistare le cinture WBO, WBA, IBF e IBO, aveva stabilito un peso di 268 libbre.

Ruiz ha ammesso di aver seguito una dieta diversa e più sana, mostrando un fisico decisamente migliore rispetto a quello palesato contro il campione britannico. Ruiz non ha mai avuto un bel fisico da atleta ma, dalla sua parte, può vantare un’ottima velocità di braccia per un peso massimo delle sue dimensioni e, sotto la guida di Reynoso, le sue prestazioni potrebbero migliorare. Reynoso può vantare, allo stato attuale, una “scuderia” di pugili davvero formidabile: basti pensare a Canelo Alvarez , Oscar Valdez, e ai prospect Ryan Garcia e Frank Sanchez.

Ad aprile, Reynoso aveva già parlato di una sua possibile collaborazione con Ruiz: “Siamo pronti a lavorare con qualsiasi pugile. Sarebbe un onore lavorare anche con il primo campione mondiale dei pesi massimi di origine messicana“.

Dopo la sconfitta con Joshua, Teddy Atlas aveva manifestato interesse per Ruiz, ponendo alcune condizioni come la sede degli allenamenti, a New York. Pare che Ruiz non abbia mai contattato Atlas, nonostante l’approcio del padre. Forse la sede degli allenamenti ha influito nella sua scelta: Ruiz proviene da Imperial, in California, una città al confine col Messico, mentre la palestra di Reynoso è situata a San Diego.

Reynoso: “Il meglio di Saul sta arrivando: è adesso che si vedrà il Canelo migliore”

 

 

Condividi su:
  • 449
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X