fbpx

Hearn: “Whyte vs Povetkin, il primo degli eventi a porte chiuse”

Il promoter britannico della Matchroom Boxing, Eddie Hearn ha dichiarato che la sfida dei pesi massimi tra Dillian Whyte e Alexander Povetkin potrebbe essere la prima a dare il via ad una serie di eventi a porte chiuse.

In virtù della crisi sanitaria causata dalla pandemia da coronavirus, la boxe nel Regno Unito è sospesa da marzo e dunque il loro match, inizialmente previsto per il 2 maggio a Manchester, come tanti altri è stato rinviato probabilmente a questa estate.

Il British Boxing Board of Control, sta lavorando al piano di ripristino che potrebbe vedere il ritorno della boxe a luglio con eventi a porte chiuse e nel massimo rispetto delle regole che salvaguardino la salute.

Hearn e tutti i pugili, protagonisti della card del 2 maggio, si dicono propensi a realizzazione ugualmente l’evento anche senza pubblico: “Quando Whyte metterà KO Povetkin, e salirà sulle corde e ci saranno solo sei persone che guardano, sarà strano. Ma voglio che la gente si sintonizzi e dica ‘WOW'”, ha dichiarato il promoter a BBC Sport.

Quando viene trasmessa “Sweet Caroline” di Neil Armstrong, si apre il sipario e vedi 20mila persone che urlano, è facile capire se sei un buon pugile. Ma farlo a porte chiuse rappresenta una sfida completamente diversa. Non capisco come la boxe svolta in uno studio televisivo possa portare qualcosa di buono allo sport. Sarebbero quattro mura, un ambiente cupo e non ci sarebbe spazio per il carattere e la personalità.

Voglio costruire un posto dove realizzare i match, un ambiente diverso, più d’effetto. Sarà spettacolare in TV. Abbiamo bisogno di renderlo più teatrale. Si tratterà di prendere possesso di un intero hotel, testare tutte le squadre, creare un campo di combattimento sterile dove nessuno entri fino a quando non sappiamo che abbia avuto un test negativo. Si tratterà di creare aree spogliatoio, ring walk. Tutto questo si aggiungerà alla storia”.

Hearn: “Dalle 4 alle 6 settimane in un ambiente unico: metteremo in scena una serie di eventi”

Condividi su:
  • 74
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X