fbpx

DuBoef: “Lavoriamo a Fury-Wilder e Fury-Joshua: accadranno al momento giusto”

Il presidente della Top Rank, Todd DuBoef, nonché co-promoter del campione WBC dei pesi massimi, Tyson “Gipsy King” Fury (30-0-1, 21KO), ha dichiarato che tra i prossimi obiettivi del pugile britannico c’è sicuramente un match per la riunificazione delle cinture dei pesi massimi tra il suo assistito e il campione WBA, WBO, IBF e IBO, Anthony “AJ” Joshua (23-1, 21KO). Entrambe le parti avrebbero già trovato l’accordo economico per un combattimento che andrà in scena nel 2021, dopo che entrambi avranno superato i rispettivi avversari.

Fury dovrà completare la trilogia con l’ex campione WBC, Deontay “The Bronze Bomber” Wilder (42-1-1, 41KO), mentre Anthony Joshua dovrà vedersela con Kubrat “Il Cobra” Pulev (28-1, 14KO). Fury combatterà il 19 dicembre a Las Vegas, mentre Joshua il 12 dicembre a Londra. “Fury e Joshua combatteranno per la riunificazione dei titoli mondiali. Ovviamente ci sarebbe piaciuto organizzarlo entro la fine dell’anno ma ciò non è stato possibile a causa della pandemia – ha dichiarato DuBoef – non credo che ci saranno esitazioni per questo obiettivo.

Entrambi i ragazzi hanno grandi possibilità e possono dar vita a un combattimento, anche se in ritardo. Sarebbe sicuramante la più grande battaglia nella storia del Regno Unito. Per essere davvero un grande match, però, ha bisogno di un grande incasso. Per esempio, il combattimento tra Manny Pacquiao e Floyd Mayweather (nel 2015, ndr) ha generato 70 milioni di dollari di incasso. Non posso prevedere in che condizioni sarà il mondo nel 2021. Come sarà l’economia?“.

Mentre il match tra Joshua è ufficialmente previsto per il 12 dicembre, quello tra Fury e Wilder non ha ancora una data ufficiale, anche se entrambi i team stanno facendo di tutto per confermare quella del 19 dicembre: “Stiamo guardando al 19 dicembre, ovviamente Las Vegas è uno di quei posti che ha una priorità assoluta – ha detto DuBoef – è importante essere pazienti e assicurarsi che il match accada nel momento giusto. Quella di dicembre sembra una buona data per questo combattimento, la data giusta per avere il tempo necessario di mettere insieme tutto. Tutti si sono sentiti un po’ frustrati in questo periodo, non solo Fury, Joshua, Wilder o Pulev, ma tutti gli atleti.

Stiamo cercando di lavorare, rispettando le restrizioni, nel tentativo di riportare i ragazzi sul ring il più velocemente possibile. Sto parlando con la PBC e stiamo tutti guardando verso quella data. Nessuno vuole una falsa partenza. Deontay e Tyson hanno una personalità così grande: sono come un treno in corsa, se sia arrabbiano non riuscirai a fermarli. Fury è diventato un meraviglioso peso massimo, ma Wilder ha dinamite in entrambe le mani. Non puoi battere ciglio con lui o prenderlo alla leggera perché, in un secondo, può essere finita”.

Joshua: “Fury non è una minaccia. Faccio errori, non sono perfetto ma ci sto lavorando”

Condividi su:
  • 295
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X