fbpx

D’Ortenzi vince ai punti su Rondena e conquista il titolo IBO International

Al Palasantoro di Roma, Luca D’ortenzi conquista il titolo internazionale IBO dei massimi leggeri battendo ai punti il coriaceo Matteo Rondena. Il pugile allenato da Simone Autorino, si aggiudica l’incontro con un’ottima prestazione, sfoggiando una boxe molto lineare e precisa, conquistando la vittoria e il verdetto unanime dei giudici (99-91; 96-94; 96-94).

D’Ortenzi conquista la sua terza cintura in carriera, il titolo IBO si aggiunge a quello italiano dei pesi massimi, vinto contro Sergio Romano, e il titolo IBF dei Cruiser, vinto contro Semen Levin. Un incontro che ha sicuramente messo in mostra il superiore tasso tecnico di D’Ortenzi, che non si è scomposto davanti un avversario molto offensivo, accettando spesso anche il duello all’arma bianca.

Ottima prova comunque di Matteo Rondena, che nonostante la sconfitta, si è dimostrato davvero coriaceo, ha cercato di impostare una boxe aggressiva e scagliato molti colpi, ma spesso ha faticato a trovare la distanza giusta per esprime il suo ottimo potenziale.

Nella prima ripresa godendo di un allungo maggiore, D’Ortenzi aspetta le avanzate del suo avversario. Il pugile seguito all’angolo da Alessandro Meda e Francis Rizzo prova ad accorciare, ma viene centrato da un ottimo destro, unico colpo interessante della ripresa, nonostante l’ottimo movimento di entrambi.

Rondena prova in tutti i modi di accorciare nel secondo round molto equilibrato, dove il lombardo subisce ancora una volta un gancio destro. D’Ortenzi subisce nella terza ripresa gli attacchi alla corta distanza, soprattutto al corpo, rispondendo con eccellenti colpi d’incontro.

Nel quarto round ottimo lavoro di del pugile romano che prende il controllo della lotta alla corta distanza, colpendo con precisione e tempismo nonostante le ottime risposte di Rondena.

Tanto movimento quello di Matteo Rondena nel corso della quinta ripresa, che però viene spesso incrociato da ottimi colpi precisi, specie da un efficacissimo gancio destro. Un perfetto montante al fegato alla sesta frazione di D’Ortenzi scuote l’avversario, che dolorante si ripara all’angolo e riesce ad assorbire ogni colpo, salvandosi solo con il suono della campanella dopo uno scambio acceso.

Nel settimo ed ottavo round il pugile lombardo prova a fare maggiore pressione, ma D’Ortenzi trova sempre dei colpi puliti e precisi che vanno spesso a bersaglio, mettendo a difficoltà. Nella nona ripresa Rondena prova sempre ad avanzare, caricando ogni colpo, ma spesso viene colpito dai colpi di rimessa del suo avversario. Ultimo round che segue la riga dei precedenti, il pugile lombardo generoso prova a spingere forzando il colpo, ma trova un D’Ortenzi attento che riesce a gestire la corta distanza.

Il verdetto dei giudici premia la migliore precisione del pugile di casa, che riesce ad imporsi dopo un match decisamente combattuto, ma che D’Ortenzi si aggiudica in maniera netta e chiarissima. Durante la riunione di Davide Buccioni, vincono Sidjou e Damiani al debutto. Nel sottoclou Pietro Rossetti torna a vincere candidandosi per una chance titolata dopo l’ottimo torneo delle cinture.

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X