fbpx

Una ferita ferma Dirrell: Benavidez torna campione!

Allo Staples Center di Los Angeles, nel sottoclou della sfida tra Spence e Porter, è andato in scena l’incontro valevole per la cintura di campione del mondo WBC dei supermedi tra il detentore del titolo, Anthony Dirrell (33-2-1, 24 KO), e David Benavidez (22-0-0, 19 KO).

Una sfida che ha visto prevalere la fisicità di Benavidez, complice un brutto taglio alla palpebra dell’occhio destro di Dirrell.

David, fratello minore del welter Jose Benavidez, saliva sul ring col chiaro intento di riprendersi la “sua cintura” dopo la sospensione per cocaina e la conseguente revoca del titolo. Ventidue anni, affamato, talentuoso e soprattutto dotatissimo da un punto di vista fisico, Benavidez è salito sul ring da imbattuto, e come tale è sceso. Sebbene meno esperto di Dirrell, David ha messo in mostra un piglio deciso e autoritario, sfoggiando tutte le sue armi: una pressione costante, ottima velocità di braccia e colpi decisamente pesanti.

Il match segue il canovaccio previsto. David è un pugile che carica tutti i colpi in modo deciso e questi risultano sempre saettanti, nonostante la mole. Risulta un po’ piantato sulle gambe, e viene avanti incessantemente, quasi in modo meccanico, con braccia ben alzate a proteggere il volto. Dirrell si muove costantemente, non dando bersaglio, e alternando colpi al corpo e al volto: al secondo round, una bella combinazione sotto sopra entra nella guardia di Benavidez, che comunque non fa una piega e riprende a venire avanti. I due si scambiano un diretto: bella schivata su jab e rientro di Dirrell a cui fa seguito il destro carico di David. Sul finire del round il jab di Benavidez porta in dote al giovane pugile un ottimo round.

Col proseguire dell’incontro il jab di Benavidez è parso sempre più ficcante, complice la guardia non certo irreprensibile di Dirrell. A fine terzo, dopo alcuni scambi, in cui prevale la fisicità di Benavidez, l’arbitro, Thomas Taylor, chiama il medico per verificare un “piccolo taglio” – così definito – alla palpebra destra di Anthony.

Si prosegue. Il jab continua ad entrare ma al quarto Dirrell prova qualche sortita, con delle belle combinazioni, portando Benavidez alle corde. A fine round i due se la ridono e si abbracciano in modo scherzoso. Non c’è animosità ma grande correttezza. Al quinto una lunga serie a due mani di Benavidez introduce un round fatto di scambi continui, in cui però a prevalere è il piglio deciso di David, che chiude con un jab diretto a segno.

Sul finire del sesto, dopo un assalto di Benavidez con Dirrell alle corde, l’arbitro chiama una interruzione per verificare le condizioni dell’occhio di Anthony, che non sembrano buone. Appare evidente che non si ripeteranno le scene viste in Fury-Wallin (di cui trovate il resoconto QUI). Dirrell continua a passarsi il guantone sull’occhio destro, per togliere il sangue che gli impedisce di vedere bene. È evidente la preoccupazione del pugile. Un colpo basso di Dirrell, involontario, blocca nuovamente l’incontro. Dirrell si muove bene ma quando è alle corde subisce l’azione di Benavidez, che entra con un montante sinistro. A un minuto dalla fine del settimo l’arbitro chiama nuovamente time. Si riprende, ma il volto di Dirrell è decisamente teso e Taylor gli dice chiaramente di stare accorto. Il pugile di Flint prova qualche sortita, mettendo a segno un buon destro, ma subisce troppo sul jab di benavidez e alle corde si preoccupa quasi esclusivamente di coprire l’occhio ferito. A fine round altro controllo.

L’ottavo round vede Benavidez intensificare l’azione e Dirrell subire in modo passivo. Al nono l’assalto finale, con Dirrell totalmente in balia dell’avversario, che lo centra più e più volte. Taylor gli dice chiaramente di “mostrargli qualcosa” – show me something Anthony – ma è evidente che Dirrell non ne ha più. I medici si sbracciano e Taylor ferma così l’incontro.

David Benavidez è nuovamente campione del mondo dei pesi supermedi WBC.

Condividi su:
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X