fbpx

Di Bella: “GGG vs Derevyanchenko come Gatti vs Ward”

Lou Di Bella è stato il promoter di Micky Ward, quando lui andò a sfidare il titanico Arturo Gatti, in quello che è stato eletto come uno dei più incredibili combattimenti nella storia della boxe.

Diciassette anni dopo, Di Bella si sente come se avesse assistito a qualcosa di simile anche sabato sera al Madison Square Garden. Il promoter di Sergiy Derevyanchenko ha applaudito il suo combattente e Gennadiy Golovkin per aver prodotto forse il “Match of the year” del 2019, un’incredibile incontro che ha entusiasmato moltissimi spettatori. Derevyanchenko ha superato un knockdown al primo turno e uno squarcio raccapricciante attorno all’occhio destro, ma nonostante ciò non ha mollato neanche per un istante contro il kazako.

“Ha trascorso tutta la sua vita nel pugilato. Questo è quello che ha sempre desiderato, salire sul ring con Triple-G e batterlo. E ha sempre creduto di poterlo fare. Abbiamo detto cose. Abbiamo parlato anche di un possibile incontro Canelo, ma sapevamo che Derevyanchenko voleva la sfida con GGG.

È andato giù presto con un colpo alla parte posteriore della testa. Poi si è tagliato all’inizio del combattimento e sanguinava, e ha combattuto uno dei più grandi incontri che abbia mai visto. Era davvero come rivedere un incontro tra Gatti e Ward, a un livello di intensità incredibilmente alto. Ma nonostante il verdetto, so chi ha vinto, non è stato GGG”, le sue parole.

Anche Eddie Hearn, capo della Matchroom, ha voluto esprimere il suo personale parere sulla sfida: “Il knockdown e gli ultimi due round sono stati fondamentali. Derevyanchenko è stato incredibile. Ha seguito la sua strategia con assoluta perfezione, e farlo con un taglio simile è stato incredibile. È stato anche per me uno dei migliori combattimenti che abbia mai visto.

Ho sentito il motivo per cui non avrei dovuto dirtelo, e stasera potresti vederlo. Non ti piace dirlo, perché hai screditato Derevyanchenko, che era brillante, che lo ha spinto fino in fondo e lo ha stretto. So che Gennady ha mostrato molta durezza nei combattimenti di Canelo, ma ha mostrato un’enorme quantità di personaggi stasera, perché è tornato e ha vinto il campionato stasera quando sembrava che potesse scivolargli via.

Golovkin è tornato con una sfida brillante. La verità è che ha vinto un incontro molto ravvicinato contro un buonissimo combattente come Derevyanchenko, che ha battagliato tanto per la sfida della sua vita. Ha dovuto mostrare molto cuore GGG, perchè era un po’ stanco, specialmente dopo questa settimana difficile per lui in lotta con febbre ed influenza. Il ritmo è stato frenetico. Derevyanchenko, ha subito un brutto taglio ma gli è andata bene, l’incontro poteva essere fermato in qualsiasi momento”.

Ciascuno dei tre giudici, Frank Lombardi (115-112), Eric Molinski (115-112) e Kevin Morgan (114-113), ha assegnato  la vittoria a Golovkin, ma la sfida che sfida! Come Gatti e Ward nel maggio 2002, Golovkin e Derevyanchenko hanno saltato la conferenza stampa post-combattimento sabato sera per essere controllati in un vicino ospedale.

Condividi su:
  • 129
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X